Petabyte - PB

Il petabyte (simbolo PB) è un'unità di misura informatica del Sistema Internazionale definita come un multiplo del byte. Per definizione 1 petabyte equivale a mille terabyte, a un milione di gigabyte e a un biliardo di byte: 1 PB = 103 TB = 106 GB = 1015 B.

 

Il petabyte è una misura informatica ancora poco conosciuta e diffusa nelle nostre vite quotidiane, poiché si riferisce a una quantità di dati inimmaginabili per un utente medio.

 

Questa lezione è interamente dedicata al petabyte: vedremo come si definisce, come si svolgono le conversioni col petabyte e qual è la differenza tra petabyte e pebibyte.

 

Cos'è il petabyte

 

Il petabyte (simbolo PB) è un multiplo del byte definito dal Sistema Internazionale come 1 biliardo di byte, che in notazione esponenziale si rappresentano come 1015 byte.

 

1 \mbox{ PB} = 10^{15} \mbox{ B} = 1 \ 000 \ 000 \ 000 \ 000 \ 000 \mbox{ B}

 

In particolare 1 PB equivale a 1000 terabyte e quindi a 1 milione di gigabyte.

 

Il simbolo del petabyte è PB, con le lettere P e B entrambe maiuscole; tale simbolo, così come il nome petabyte, derivano dall'unione tra:

 

- il prefisso peta, definito dal Sistema Internazionale e indicato con la lettera P;

 

- il termine byte, unità di misura che riveste un ruolo da padrone in Informatica e che si indica con la lettera B.

 

Chi ha studiato o si è trovato a leggere libri di informatica antecedenti all'anno 1998 avrà sicuramente letto che 1 petabyte equivale a 250 byte, ossia a 1024 terabyte, ma questa definizione è oggi considerata errata. Tra poco avremo modo di approfondire questo aspetto, ma prima cerchiamo di capire quanto vale 1 petabyte.

 

Inizialmente abbiamo detto che 1 PB può contenere una quantità di dati inimmaginabile da un utente medio; per avere un'idea concreta del valore di 1 PB basta sapere che:

 

- il colosso YouTube gestisce un traffico giornaliero di circa 1 petabyte di dati;

 

- supponendo di avere foto digitali dal peso medio di 4 megabyte l'una, servirebbero circa 250 milioni di foto per occupare 1 petabyte. Se vi sembrano poche, pensate che per creare un archivio con 250 milioni di foto dovremmo salvare circa 7610 foto al giorno per 90 anni.

 

- Il traffico internet complessivo fa transitare quotidianamente circa 2000 petabyte di dati in tutto il mondo.

 

Conversioni con il petabyte

 

Il petabyte è una misura che difficilmente interessa i normali consumatori; tuttavia, fosse anche solo per curiosità, in questa sezione vediamo come convertire il petabyte in altri multipli del byte.

 

Un metodo rapido e veloce che permette di svolgere le conversioni col petabyte è quello di ricorrere alla scala del byte. Per procedere disegniamo una vera e propria scala e riportiamo sui vari gradino, in modo ordinato, il simbolo del byte (B) e quelli dei suoi multipli.

 

 

Scala byte

 

 

A questo punto contiamo il numero di gradini che separano le due unità di misura coinvolte nella conversione da svolgere, per poi:

 

- moltiplicare per 1000 elevato al numero di gradini, se si scende;

 

- dividere per 1000 elevato al numero di gradini, se si sale.

 

Prima di mostrarvi qualche esempio è utile osservare che il numero 1000 si può scrivere in notazione esponenziale come 103; inoltre, moltiplicare per 1000 equivale ad aggiungere 3 zeri o a spostare la virgola verso destra di 3 posti, mentre per dividere un numero per 1000 si devono togliere 3 zeri o spostare la virgola verso sinistra di 3 posti.

 

 

Esempi di conversione del petabyte

 

1) Convertire 1 petabyte in gigabyte.

 

Partendo dal petabyte (PB) dobbiamo scendere 2 gradini per raggiungere il gigabyte (GB), e ciò vuol dire che dobbiamo moltiplicare per 10002=106

 

1 \mbox{ PB} = (1 \times 10^6) \mbox{ GB} = 1 \ 000 \ 000 \mbox{ GB}

 

 

2) 1 petabyte quanti terabyte sono?

 

1 petabyte equivale a 1000 terabyte. Infatti, sulla scala del byte, dobbiamo scendere un solo gradino per raggiungere i terabyte (TB) partendo dal petabyte (PB), il che equivale a moltiplicare per 10001=1000

 

1 \mbox{ PB} = (1 \times 1000) \mbox{ TB} = 1000 \mbox{ TB}

 

 

3) Convertire 2,5 petabyte in exabyte.

 

Il simbolo dell'exabyte è EB e sulla scala del byte si trova un gradino sopra il simbolo del petabyte (PB), pertanto per convertire i petabyte in exabyte si deve dividere per 1000.

 

2,5 \mbox{ PB} = (2,5 : 1000) \mbox{ EB} = 0,0025 \mbox{ EB}

 

Petabyte e pebibyte

 

Per capire cos'è il pebibyte e cogliere la differenza col petabyte è indispensabile una piccola premessa.

 

La logica dei calcolatori fa riferimento al sistema binario, il quale si serve solo di due cifre: 0 e 1. Per questo motivo, dopo l'introduzione di bit e byte i loro multipli vennero definiti ricorrendo a potenze di 2. In particolare 1 petabyte corrispondeva a 250 byte, e quindi a 210=1024 terabyte.

 

D'altro canto i nomi dei multipli del bit e del byte contenevano al loro interno i prefissi del Sistema Internazionale (kilo, mega, giga, tera, peta, ...), ciascuno dei dei quali corrisponde a determinate potenze di 10.

 

Col passare degli anni tale ambiguità finì per generare parecchia confusione:

 

- nell'ingegneria informatica e nella programmazione ci si riferiva al petabyte come a un insieme di 1024 terabyte;

 

- che non aveva molta dimestichezza col mondo informatico seguiva, per comodità, lo standard del Sistema Internazionale, definendo il petabyte come 1000 terabyte.

 

La differenza tra le due definizioni è notevole: vi sono ben 24 terabyte di differenza! Era quindi necessario far chiarezza, e a tal proposito nel dicembre del 1998 si riunì la Commissione Elettrotecnica Internazionale stabilendo che i multipli del bit e del byte definiti attraverso i prefissi del Sistema Internazionale devono essere espressi con potenze di 10. Quindi l'unica definizione corretta di petabyte è la seguente:

 

1 \mbox{ PB} = 10^{15} \mbox{ B}

 

Inoltre, a tutte quelle unità di misura informatiche definite come potenze di 2 furono assegnati nomi e simboli diversi; in particolare 250 byte vennero definiti come 1 pebibyte, il cui simbolo è PiB.

 

1 \mbox{ PiB} = 2^{50} \mbox{ B}

 

Legame tra petabyte e pebibyte

 

Per scoprire il legame esistente tra patabyte e pebibyte, e il relativo fattore di conversione, dobbiamo ricondurci ai loro valori espressi in byte, per poi calcolarne il rapporto.

 

\\ 1 \mbox{ PiB} = 2^{50} \mbox{ B} \\ \\ 1 \mbox{ PB} = 10^{15} \mbox{ B} \\ \\ \frac{1 \mbox{ PiB}}{1 \mbox{ PB}} = \frac{2^{50} \mbox{ B}}{10^{15} \mbox{ B}} \simeq 1,13

 

Abbiamo così scoperto la relazione tra pebibyte e petabyte:

 

1 \mbox{ PiB} \simeq 1,13 \mbox{ PB}

 

Dalla formula precedente segue che:

 

- per convertire i pebibyte in petabyte si deve moltiplicare per 1,13;

 

- per passare dal petabyte al pebibyte si deve dividere per 1,13.

 

 

Esempi di conversione petabyte pebibyte

 

\\ 2 \mbox{ PiB} \simeq (2 \times 1,13) \mbox{ PB} \simeq 2,26 \mbox{ PB} \\ \\ 5,65 \mbox{ PB} \simeq (5,65 : 1,13) \mbox{ PiB} \simeq 5 \mbox{ PiB} \\ \\ 10 \mbox{ PiB} \simeq (10 \times 1,13) \mbox{ PB} \simeq 11,3 \mbox{ PB}

 

 


 

Con questo è davvero tutto! Dalla prossima lezione cambiamo registro e iniziamo a occuparci delle unità di misura informatiche per la velocità di connessione e di download, partendo dal kilobit per secondo. ;)

 

 

Buon proseguimento su YouMath,

Giuseppe Carichino (Galois)

 

Lezione precedente.....Lezione successiva

 
 

Tags: petabyte - 1 PB - 1 petabyte - come si converte il petabyte - petabyte e pebibyte.