Kilobit - kb

Il kilobit (simbolo kb) è un'unità di misura informatica del Sistema Internazionale definita come un multiplo del bit; esso misura la quantità di informazioni che può essere descritta con 1000 bit, cosicché 1 kb = 1000 b. In particolare non va confusa con il kilobyte, indicato con il simbolo kB.

 

Dopo aver definito il bit passiamo a occuparci del primo dei suoi multipli: dopo aver scritto la definizione di kilobit e aver spiegato quanto vale 1 kilobit, vedremo come convertirlo negli altri multipli del bit.

 

Cercheremo inoltre di fare chiarezza su una questione che è fonte di fraintendimento: vedremo infatti che il kilobit è un multiplo decimale del bit e non un suo multiplo binario. A questo proposito spiegheremo la differenza tra kilobit e kibibit e, per completezza, ci soffermeremo anche sulla differenza tra kilobit e kilobyte.

 
 
 

Cos'è il kilobit

 

Il kilobit è un multiplo del bit indicato con il simbolo kb, dove entrambe le lettere vanno rigorosamente scritte minuscole. Per definizione 1 kilobit equivale a 1000 bit ossia, in notazione esponenziale, a 103 bit.

 

 1\mbox{ kb} = 1000\mbox{ b} = 10^3\mbox{ b}

 

Il termine kilobit (e di conseguenza il suo simbolo) derivano dall'unione tra:

 

- il prefisso kilo del Sistema Internazionale, il quale si indica con la k minuscola;

 

- la parola bit, ossia l'unità di misura informatica fondamentale, il cui simbolo è una b minuscola.

 

Il kilobit viene usato soprattutto nel campo delle telecomunicazioni per misurare la quantità di dati trasmessa in un certo intervallo di tempo. A partire dal rapporto tra kilobit e secondo si definisce infatti il kilobit per secondo, usato per misurare la velocità di connessione e di download.

 

Quanto vale 1 kilobit

 

Ora che la definizione di kilobit dovrebbe essere chiara vediamo di capire quanto vale 1 kilobit.

 

I computer e più in generale i calcolatori elaborano e trasmettono i dati codificandoli nel sistema binario, vale a dire in base 2, e quindi utilizzando solamente due cifre: 0 e 1. Ciascuna di tali cifre prende il nome di bit e un gruppo di 8 bit consecutivi viene detto byte.

 

Attraverso il sistema di codifica ASCII si associa a ciascun byte un carattere alfanumerico, permettendo la comunicazione tra uomo e macchina senza dover ricorrere al sistema binario.

 

Con queste premesse possiamo avere un'idea precisa del valore di 1 kilobit, inteso come quantità di informazioni: dalla relazione tra bit e byte sappiamo che 1 byte = 8 bit, dunque per convertire i bit in byte si deve dividere il numero di bit per 8.

 

Con un semplice calcolo si ricava che 1 kb equivale a 1000 bit, i quali corrispondono a 125 byte:

 

1\mbox{ kb} = 1000\mbox{ b} = 125\mbox{ B}

 

Poiché a ogni byte corrisponde un carattere alfanumerico (lettera, numero o carattere speciale) ne consegue che 1 kilobit equivale a un testo di 125 caratteri, cioè indicativamente a 25 parole di senso compiuto.

 

È piuttosto evidente che il kilobit è un'unità di misura troppo piccola per esprimere la dimensione dei file o la capacità dei dispositivi di archiviazione. Per questi scopi si ricorre ai multipli del byte, tra cui i più usati sono megabyte, gigabyte e terabyte.

 

Conversioni con il kilobit

 

Per convertire il kilobit in altri multipli del bit consigliamo di usare la scala del bit; ricorrendo a questo metodo si riduce al minimo la possibilità d'errore e si evita di imparare i fattori di conversione a memoria.

 

La prima cosa da fare è disegnare una scala su cui vanno riportati, in modo ordinato, il simbolo del bit e quello dei suoi multipli, proprio come mostrato nella seguente immagine.

 

 

Scala bit

 

 

Per svolgere una conversione si deve contare il numero di gradini che separa le due unità di misura coinvolte, per poi:

 

- dividere per 1000 elevato al numero di gradini, se si sale;

 

- moltiplicare per 1000 elevato al numero di gradini, se si scende.

 

Prima di passare agli esempi ricordiamo che moltiplicare per 1000 equivale a spostare la virgola verso destra di 3 posti o ad aggiungere 3 zeri, mentre dividere un numero per 1000 equivale a spostare la virgola verso sinistra di 3 posti o a togliere 3 zeri.

 

 

Esempi di conversione con il kilobit

 

1) 1 kilobit quanti megabit sono?

 

In riferimento alla scala del bit, per passare da kilobit (kb) a megabit (Mb) dobbiamo salire un gradino. Di conseguenza per svolgere la conversione kb→Mb dobbiamo dividere per 10001=1000

 

1\mbox{ kb} = (1:1000)\mbox{ Mb} = 0,001\mbox{ Mb}

 

 

2) Convertire 1 gigabit in kilobit.

 

Partendo dal gigabit (Gb) dobbiamo scendere 2 gradini per arrivare al kilobit (kb), il che equivale a moltiplicare per 10002=106

 

1\mbox{ Gb} = (1 \times 10^6)\mbox{ kb} = 1\ 000\ 000\mbox{ kb}

 

 

3) 1 terabit a quanti kilobit equivalgono?

 

1 terabit equivale a 1 miliardo di kilobit, ossia

 

1\mbox{ Tb} = 1\ 000\ 000\ 000\mbox{ kb} = 10^9\mbox{ kb}

 

Lasciamo a voi il compito di giustificare questa affermazione. ;)

 

kilobit e kilobyte

 

kilobit e kilobyte sono due unità di misura ben distinte ma che spesso vengono tra loro confuse a causa dei simboli molto simili con cui si rappresentano: kb per il kilobit, kB per il kilobyte.

 

Per scoprire il legame tra kilobit e kilobyte e ricavare il relativo fattore di conversione è sufficiente ricordare il legame tra bit e byte

 

1\mbox{ B} = 8\mbox{ b}

 

la definizione di kilobit

 

1\mbox{ kb} = 1000\mbox{ b}

 

e quella di kilobyte

 

1\mbox{ kB} = 1000\mbox{ B}

 

Dalla semplice catena di uguaglianze riportata qui di seguito si ricava la relazione tra kbit e kbyte:

 

1\mbox{ kB} = 1000\mbox{ B} = (1000 \times 8)\mbox{ b} = 8 \times (1000\mbox{ b}) = 8\mbox{ kb}

 

Pertanto 1 kilobyte equivale a 8 kilobit

 

1\mbox{ kB} = 8\mbox{ kb}

 

e di conseguenza:

 

- per convertire i kilobyte in kilobit si deve moltiplicare per 8;

 

- per convertire i kilobit in kilobyte bisogna dividere per 8.

 

 

Esempio di conversione tra kilobit e kilobyte

 

Per esprimere in kilobit la dimensione di un file di testo di 236 kilobyte è sufficiente moltiplicare il numero di kilobyte per 8:

 

236\mbox{ kB} = (236 \times 8)\mbox{ kb} = 1888\mbox{ kb}

 

kilobit e kibibit

 

Chi ha studiato su un libro di informatica stampato prima del 1998 avrà sicuramente letto che 1 kilobit equivale a 1024 bit = 210 bit.

 

Quando la tecnologia informatica è entrata nelle nostre vite il legame tra kilobit e bit era esattamente questo: tale convenzione era dovuta al fatto che i sistemi operativi lavorano in base 2. Per questo motivo il kilobit e tutti i multipli del bit erano stati definiti attraverso le potenze di 2 nonostante il loro nome contenesse i prefissi del Sistema Internazionale, che definisce i propri multipli attraverso le potenze di 10.

 

Ciò aveva finito col creare una gran confusione cui ha posto rimedio la Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC): nel dicembre del 1998 è stato stabilito che i multipli del bit definiti attraverso i prefissi del Sistema Internazionale devono essere espressi mediante potenze di 10.

 

La definizione corretta di kilobit è e resta quindi la seguente:

 

1\mbox{ kb} = 10^3\mbox{ b} = 1000\mbox{ b}

 

Nel contempo i multipli binari del bit sono stati ridefiniti assegnando a ciascuno di essi un nome e un prefisso diverso; in particolare la IEC a un insieme di 1024 bit ha dato il nome di kibibit, il cui simbolo è Kib.

 

1\mbox{ Kib} = 1024\mbox{ b} = 2^{10}\mbox{ b}

 

Ricapitolando:

 

- il kilobit (simbolo kb) è un multiplo decimale del bit ed equivale a 103 bit.

 

- il kibibit (simbolo Kib) è un multiplo binario del bit e corrisponde a 210 bit.

 

Legame tra kilobit e kibibit

 

Per ricavare la relazione che lega kibibit e kilobit esprimiamo le due unità di misura in bit.

 

1\mbox{ Kib} = 1024\mbox{ b}\\ \\ 1\mbox{ kb} = 1000\mbox{ b}

 

Calcoliamo il rapporto Kib/kb:

 

\frac{1\mbox{ Kib}}{1\mbox{ kb}}=\frac{1024\mbox{ b}}{1000\mbox{ b}}=1,024

 

Dalla relazione precedente segue che

 

1\mbox{ Kib} = 1,024\mbox{ kb}

 

Pertanto 1 kibibit equivale a 1,024 kilobit, cosicché:

 

- per convertire i kibibit in kilobit si deve moltiplicare per 1,024

 

- per passare dal kilobit al kibibit bisogna dividere per 1,024

 

 

Esempi di conversione tra kilobit e kibibit

 

\\ 10 \mbox{ Kib} = (10 \times 1,024) \mbox{ kb} = 10,24 \mbox{ kb} \\ \\ 20 \mbox{ kb} = (20:1,024) \mbox{ Kib} \simeq 19,5 \mbox{ Kib} \\ \\ 37,5 \mbox{ Kib} = (37,5 \times 1,024) \mbox{ kb} = 38,4 \mbox{ kb}

 

 


 

Non c'è altro da aggiungere! Nel caso in cui vogliate svolgere velocemente conversioni tra unità di misura informatiche potete utilizzare il nostro convertitore di misure online. ;)

 

 

Buon proseguimento su YouMath,

Giuseppe Carichino (Galois)

 

Lezione precedente..........Lezione successiva

 

Tags: il kilobit - kb unità di misura - conversioni kilobit - kilobit e kilobyte - kilobit e kibibit.