Anzi o ansi?

Anzi o ansi

Come si scrive, anzi o ansi? Quale tra le due grafie è quella giusta per scrivere correttamente questa parola, la forma con la "s" ansi o quella con la "z" anzi?

 

Per quanto questo dubbio possa apparire semplice a molti lettori, c'è da considerare che in Italia sono presenti moltissimi dialetti che tendono a condizionare fortemente il linguaggio scritto in alcune regioni e province. Vediamo quindi come risolvere la questione. :)

 
 

Come si scrive: anzi o ansi?

 

Per scoprirlo se si scrive anzi o ansi è sufficiente consultare il dizionario della lingua italiana.

 

Questo è un classico dubbio che viene in mente soprattutto a chi scrive poco e questo perchè, data l'influenza, e spesso la prevalenza, della lingua parlata su quella scritta, si tende molto a confondere la s con la z. Infatti, a orecchio, è opinione diffusa individuare ansi come forma corretta. Vediamo alcune frasi con questo avverbio.

 

 

Esempi - si scrive anzi o ansi?

 

1) Luisa non ostacolerà il tuo pensiero, ansi ti sosterrà. [NO]

 

2) Così facendo non risolvi nulla, ansi peggiori la situazione. [NO]

 

3) Non è che non ti voglia bene, anzi! [OK]

 

4) Marco non è egoista, anzi aiuta chiunque può. [OK]

 

In queste frasi vengono utilizzate entrambe le grafie, con l'unica differenza di una consonante che non ne varia il significato. Dunque quale è la regola che ci permette di individuare la corretta ortografia tra anzi e ansi?

 

Regola: qual è la grafia corretta, anzi o ansi?

 

Per quanto la pronuncia possa trarre in inganno, con particolare riferimento a determinate influenze dialettali, non deve esserci alcun dubbio nella scelta tra anzi o ansi: la forma corretta è sempre anzi con la lettera z e non ansi con la s.

 

La differenza tra le due parole è data da una consonante, cosa non così superficiale, in quanto l'utilizzo sbagliato comporta un grave errore.

 

ANZI: grafia corretta.

 

ANSI: grafia errata.

 

La parola anzi può assolvere diverse finalità nella costruzione delle proposizioni, a seconda del contesto:

 

- anzi può essere una congiunzione con valore avversativo che crea un nesso logico tra due frasi, in modo tale che la seconda frase abbia un significato opposto rispetto alla prima ("Non è intelligente, anzi è stupido");

 

- anzi può essere una congiunzione con funzione rafforzativa ("Sono forte, anzi fortissimo!");

 

- anzi può essere un avverbio con valore temporale, che ammette come sinonimo "prima" (ad esempio nella locuzione "poc'anzi");

 

- anzi può essere una preposizione con il significato "prima di" (ad esempio, concorre a formare la forma univerbata "anzitempo").

 

 

 

Altri esempi: anzi o ansi

 

1) Ti dico che è così! Anzi, te lo confermo!

 

2) Non la odio, anzi le voglio molto bene.

 

3) Luca brontola sempre e anzi è peggiorato.

 

4) Non ha smesso di piovere, anzi fa peggio!

 

 

Qui abbiamo finito, ma non perdetevi gli altri articoli dedicati ai dubbi grammaticali più diffusi! :) Sapreste individuare la forma corretta tra arance o arancie? E tra da, dà o da'?

 

 

Laura Chiodi

 

Articolo precedente.....Articolo successivo

 
 

Tags: bisogna scrivere anzi o ansi, con la lettera z o con la lettera s? Come si dice, ansi o anzi?