Fasce o fascie?

Fasce o fascie

Come si scrive, fasce o fascie? Qual è la forma corretta per il plurale di fascia, quella senza la i oppure quella con la lettera i?

 

Questo dubbio caratterizza in generale tutte le parole che al singolare terminano con i nessi -cia-gia, per cui vale la pena di memorizzare una volta per tutte la relativa regola grammaticale in modo da commettere errori.

 
 

Come si scrive: fasce o fascie?

 

Decidere se scrivere fasce o fascie rientra nella tipologia di dubbi più comuni della lingua italiana. Per risolverlo e dare una risposta giusta, bisogna inevitabilmente fare riferimento alla grammatica.

 

In questo caso la regola grammaticale è estremamente chiara e non lascia spazio a fraintendimenti: vediamola!

 

 

Esempi: si scrive fasce o fascie?

 

1) Ho visto crescere Luca da quando era ancora un bambino in fasce. [OK]

 

2) Ci sarebbe bisogno di più sostegno per le fascie più deboli. [NO]

 

3) Fascie rosse e gialle delimitano quel percorso. [NO]

 

4) In seguito a diverse contusioni Luca è pieno di fasce. [OK]

 

Come potete notare, nelle precedenti frasi le due forme di plurale fasce e fascie hanno lo stesso significato; l'unica differenza è dal punto di vista ortografico, in quanto una forma ha la lettera i e l'altra no.

 

Regola: quale è la forma corretta tra fasce e fascie?

 

In base alla pronuncia della lingua italiana, che tende a eliminare alcuni elementi come la lettera i, considerata superflua, potremmo facilmente sbagliare nella scelta della forma corretta del plurale di fascia.

 

La regola grammaticale stabilisce che i plurali delle parole che terminano con i suffissi -cia e -gia con i atona (senza accento) diventano -ce e -ge se il nesso è preceduto da una consonante.

 

FASCE: forma corretta del plurale del sostantivo fascia, senza la i.

 

FASCIE: forma errata del plurale del sostantivo fascia, con la i.

 

La stessa regola si applica, ad esempio, nei seguenti casi: province o provincie, strisce o striscie, lisce o liscie, asce o ascie.

 

Al contrario, se la parola al singolare termina con suffisso -cia o -gia con i atona e se il nesso è preceduto da una vocale, allora il plurale si forma con la i (-cie, -gie). È quello che succede nel caso dei dubbi grigie o grige, camicie o camice, valigie o valige.

 

 

Altri esempi: fasce o fascie?

 

1) Le fasce rosse sono le più belle.

 

2) Quel bimbo era ancora in fasce.

 

3) Sono più lunghe le fasce blu o quelle gialle?

 

4) Quelle fasce che Luisa ha nei capelli sono molto particolari.

 

 

Qui abbiamo finito, ma sapreste dire quale è la forma corretta nei seguenti casi? Qualcun altro o qualcun'altro; sè o sé; è piovuto o ha piovuto.

 

 

Laura Chiodi

 

Articolo precedente.....Articolo successivo

 
 

Tags: bisogna scrivere fasce o fascie, con la i o senza la i? Come si scrive il plurale di fascia?