Province o provincie?

Province o provincie

Come si scrive, province o provincie? Qual è la grafia corretta per il plurale di provincia, la forma con la i o quella senza i?

 

In questo breve articolo capiremo come risolvere questo genere di dubbi grammaticali una volta per tutte, fornendo la relativa regola e alcuni esempi.

 
 

Come si scrive: province o provincie?

 

Quale è la forma corretta da utilizzare tra province o provincie, e più precisamente come si forma il plurale del sostantivo provincia? Province senza la i oppure provincie con la i?

 

In modo del tutto analogo rispetto ad altri dubbi grammaticali (ciliegie o ciliege, valigie o valige, camicie o camice) vedremo nel dettaglio qual è la grafia esatta e qual è la regola grammaticale cui fare riferimento per non commettere errori.

 

 

Esempi: si scrive provincie o province?

 

1) In Italia ci sono numerose province. [OK]

 

2) Assicurare la macchina in alcune province costa molto. [OK]

 

3) I saldi natalizi iniziano in periodi diversi nelle varie provincie. [NO]

 

4) Campobasso e Isernia sono provincie del Molise. [NO]

 

L'incertezza sulla grafia esatta del plurale del sostantivo provincia nasce dalla tendenza della lingua parlata ad eliminare la i nella pronuncia delle parole, anche laddove ci vorrebbe.

 

Regola: quale è la forma corretta tra province e provincie?

 

Se dovessimo stabilire la grafia giusta facendo riferimento alla pronuncia, cioè alla fonetica delle parole provincie e province, potremmo facilmente sbagliare.

 

La regola grammaticale riguarda le parole con i suffissi in -cia e -gia. Un sostantivo come provincia che al singolare termina in -cia o in -gia con i atona, ossia senza accento, e avente nesso preceduto da una consonanteforma il plurale senza la i (in -ce e in -ge).

 

PROVINCE: forma corretta del plurale di provincia, senza la i.

 

PROVINCIE: forma errata del plurale di provincia, con la i.

 

Questa preziosa regola grammaticale ci permette di risolvere molti altri dubbi, ad esempio: fasce o fascie; piogge o pioggie; frecce o freccie.

 

All'opposto, se la parola al singolare termina con nesso -cia o -gia con i atona, e se il suffisso è preceduto da una vocale, allora il plurale richiede la i (-cie, -gie). Ad esempio: camicie o camice; grigie o grige.

 

 

Altri esempi: province o provincie

 

1) La polenta è un piatto tipico di alcune province.

 

2) Molte province in Italia potrebbero essere abolite.

 

3) Le province della Sicilia sono molto caratteristiche.

 

4) Luisa vuole visitare tutte le province del Lazio.

 

 

È tutto! :) Vi aspettiamo negli altri approfondimenti dedicati ai più diffusi dubbi grammaticali, come ad esempio: alcol o alcool, cieco o ceco, dà o da'

 

 

Laura Chiodi

 

Articolo precedente.....Articolo successivo

 
 

Tags: si scrive provincie o province, con la i o senza la i? Come si scrive il plurale di provincia, con o senza la lettera i?