Da ingegneria a matematica?

Prima di postare leggi le regole del Forum. Puoi anche leggere le ultime discussioni.

Da ingegneria a matematica? #99566

avt
AntonKZ
Punto
Salve a tutti, mi presento.
Sono Antonio e sono al secondo anno di ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Bologna, laurea triennale.
Di recente ho sperimentato un pensiero ricorrente , quello del cambio di facoltà, un pensiero a cui ancora non ho dato voce per essere sicuro di non confondere questa voglia di cambiare facoltà con pigrizia, e un po' perchè ci sono questioni irrisolte e dubbi che spero voi mi aiutiate a eliminare rispondendo a questo post.
Sotto un punto di vista meramente decisionale, vi rivelo che la mia scelta parte da una nota di disinteresse per le materie universitarie come elettronica, elaborazione dei segnali, elettrotecnica, e insomma tutto ció che riguarda ció che si "tocca per mano", ovvero l'aspetto pratico delle materie scientifiche.
Guardando invece dubbi un po' meno opinabili e questioni piú tecniche , mi chiedevo:
Quali esami convalidano nel passaggio da ingegneria a matematica?
Quale lavoro puó fare un matematico?
Su quest'ultima domanda spingerei un po' di piú, nel senso che è proprio questa che mi solleva grandi dubbi.
Sono cosciente del fatto che la figura del matematico non coincide necessariamente con quella dell'insegnante di matematica, ma non capisco esattamente quali altri lavori puó svolgere dunque un laureato in matematica, e quali opportunita offre una Laurea magistrale nel suddetto campo di studio .
Detto questo, ringrazio in anticipo chiunque abbia avuto voglia di leggere questo smisurato post e abbia voluto rispondere.
 
 
  • Pagina:
  • 1
Os