Mi serve un consiglio dai fisici perché sto impazzendo

Prima di postare leggi le regole del Forum. Puoi anche leggere le ultime discussioni.

Mi serve un consiglio dai fisici perché sto impazzendo #99325

avt
Koop
Punto
Ciao a tutti,
sono uno studente universitario prossimo alla laurea. Come potete leggere dal titolo, mi son pentito della mia scelta e ora avrei bisogno di un consiglio.

Tre anni fa ho deciso di iscrivermi ad un cdL universitario di Economia - indirizzo Statistico - perché, nonostante venissi dal liceo scientifico, avevo una grande curiosità verso la materia, complice forse il mio carattere polemico e la voglia di conoscere come funziona questo ambito.

Il problema è che ora, a un passo dalla laurea, sento di aver fatto una stupidaggine. Quella per l'economia era, in fondo, una curiosità, ma non una passione. Ho sempre cercato delle risposte fin da piccolo e i miei dubbi esistenziali, dopo questi 3 anni, sono solo aumentati a dismisura. Sento di avere bisogno di certezze, di sapere come è il mondo reale, fisico, e quali leggi lo governano.
Il mondo della scienza sociale è orribile, è una profezia che si auto-avvera (non è una scienza esatta ma il "senso comune" ostinato la rende tale nelle interazioni umane, e si spinge sul considerarla come scienza vera e propria perché, al di là di tutte le giustificazioni teoriche, il denaro regola qualsiasi cosa in questo sistema).
È incredibile come l'uomo si auto-razionalizzi in modo così spietato e gelido, tanto da auto-mercificarsi. Avrei tanto da dire a questo proposito ma voglio andare Off topic.

Mi manca lo studio della Fisica (passione di una vita) e ora vorrei tornare indietro per studiarla in un altro dipartimento. Ora capisco come gira il denaro, e come la società "tira a campare", e mi fa schifo. Prima o poi l'umanità andrà incontro a morte e distruzione e solo la conoscenza reale del mondo può dare conforto all'uomo.

Cosa mi consigliate di fare? Sarà troppo difficile riprendere matematica e fisica dopo tre anni senza allenamento? Non mi mancano passione e buona volontà, e nemmeno voglia di rimediare a questo errore personale.
Dove potrei avere difficoltà? La matematica che si studia da me è ovviamente molto più semplice che non in Mate o in Fisica, gli argomenti arrivano fino alle funzioni a più variabili (ma le dimostrazioni dei teoremi sono la metà).
Su cosa mi dovrei soffermare? Com'è il dip. di Fisica di Torino, e quello di Pisa?

So che è una domanda che contiene già una risposta, ma sono in crisi. Soprattutto perché ho paura di essere "vecchio" una volta arrivato a 26-27 anni, due lauree ma nessun lavoro...

(l'indirizzo a cui vorrei puntare è fisica teorica)

Grazie in anticipo e scusate i deliri.
 
 
  • Pagina:
  • 1
Os