Consiglio di vita e professionale

Prima di postare leggi le regole del Forum. Puoi anche leggere le ultime discussioni.

Consiglio di vita e professionale #99042

avt
Breaking_pep
Punto
Salve ragazzi, sono nuovo del forum e vi scrivo per uno sfogo personale, legato ai miei attuali dubbi professionali e scelte passate che mi confondono troppo... spero possiate darmi un consiglio. Vi racconto brevemente la mia storia... dopo la maturità scientifica mi iscrivo diretto ad ingegneria meccanica, facoltà che ho scelto senza tanti dubbi perché mi affascinava fin da piccolo. Pur essendo stato da sempre un ragazzo a cui piace studiare e particolarmente appassionato alle materie scientifiche, ho notato presto che qualcosa non andava... studio pesante, incapacità a trovare un metodo adeguato, svogliatezza... il primo anno si chiude con un solo esame dato. Esperienza che si conclude con la rinuncia agli studi quasi per trauma.
A questo punto il cambio radicale: scelgo volutamente una strada più semplice, più breve (avevo già perso un anno) che mi potesse portare al ‘guadagno’ presto, ma pur sempre un ripiego. Mi iscrivo ad Infermieristica, pur sempre una scienza (sanitaria), i tre anni passano beati e veloci, inizio a lavorare e qui casca l’asino... l’entrata nel mondo di questa professione mi lascia poco a poco sconcertato, inappagato e non gratificato. A queste si aggiunge un crescente rimorso per aver lasciato troppo presto la mia scelta “passionale”, ma più tosta.

Alla luce di tutto ciò e con un imminente contratto a tempo indeterminato nel pubblico da firmare a 26 anni, qual è il vostro consiglio?
Secondo voi è possibile lavorare e allo stesso tempo studiare per le proprie passioni che con il tempo si sono spostate addirittura verso il lato più propriamente Fisico che ingegneristico? O magari potrei soddisfare questo bisogno continuando a leggere Focus(
 
 
  • Pagina:
  • 1
Os