Ricercatori e prof. universitari

Prima di postare leggi le regole del Forum. Puoi anche leggere le ultime discussioni.

Ricercatori e prof. universitari #98186

avt
MrV00
Punto
Chiedo aiuto a voi, ricercatori/trici e professori italiani sparsi per il mondo.

Attualmente navigo in un mare di dubbi ed incertezze: sono giunto al bivio post-maturità ed è il momento di decidere riguardo al mio futuro.

Ciò che più mi appassiona è la fisica. Ma intraprendere tale percorso è un salto nel buio per quanto mi riguarda: non dà garanzie di successo ne certezze lavorative e stabilità geografica. Il cammino è lungo e arduo e dipende tutto dalle mie capacità (almeno credo) e impegno (che di certo non mancherà). Il mio obiettivo sarebbe quello di raggiungere la vita soddisfacente del ricercatore o quella stabile e remunerativa del professore universitario. Un possibile inserimento nel mondo lavorativo è un'opzione ma la situazione attuale non sembra offrire numerose opportunità, almeno in Italia. Ho bene in mente che sarà necessario trasferirsi spesso per magistrale, dottorato, assegni, etc... Ed è questo il principale freno, poiché non credo di riuscire ad adattarmi a questo stile di vita non confacente alla mia personalità, sebbene mi entusiasmi l'idea di apprendere ed utilizzare decentemente l'inglese.

Mi rivolgo a chi ha esperienza nel campo o scelto un percorso simile. Vi chiederei gentilmente di raccontare la vostra personale esperienza ed esporre la situazione accademica italiana e del mercato del lavoro. E magari mi piacerebbe ricevere qualche consiglio tipo: "datti alla medicina che hai il futuro assicurato" (a furia di ripeterlo mi hanno quasi convinto).

Ringrazio in anticipo chi avrà la pazienza di rispondermi.
 
 
  • Pagina:
  • 1
Os