Scelta magistrale #96212

avt
forse
Cerchio
Salve a tutti, chiedo parere a voi che siete matematici da più tempo di me. Ho iniziato la laurea triennale in matematica ed ho finito quest'anno, ma adesso mi chiedo cosa sia ggiusto fare per me. Non mi sento un grande cervello o brillante ma studiando con impegno sono riuscita ad arrivare al tanto agognato traguardo. Ora mi sento però alquanto infelice, credo di aver fatto la scelta sbagliata. Quando ho iniziato matematica ero convinta, mi piaceva, provavo una forte passione in ciò che studiavo. Poi sono iniziati i piccoli fallimenti, voti bassi, bocciature, molto spesso il non capire ciò che facevo. Ed ora mi chiedo se continuare con la magistrale o cambiare strada..
In questo momento della mia vita credo di detestare ogni aspetto della matematica, a volte mi rifiuto anche di fare i conti, quindi ha senso buttarmi in una strada ancora piena di teoremi e dimostrazioni? Non ho molte opzioni e le passioni che prima avevo si sono affievolite col tempo. Ho anche lavorato come cameriera per avere un confronto col mondo reale ma credo che non sia il lavoro della mia vita. Arrivata a questo punto mi chiedo tengo duro e faccio la magistrale in matematica sperando che il mio cervello mi assista oppure intraprendo un'altra strada, come per esempio fare un interfacoltà di Filosofia, oppure buttarmi su un lavoro manuale. Vorrei precisare che per lo studio ho sempre avuto passione, mi impegno tanto in qualsiasi cosa inizio.

Vi ringrazio già da ora.
 
 
  • Pagina:
  • 1
Os