Vita del Caccioppoli (worth reading!)

Prima di postare leggi le regole del Forum. Puoi anche leggere le ultime discussioni.

Vita del Caccioppoli (worth reading!) #340

avt
Omega
Amministratore
Mi sono ripromesso da tempo di aprire questo Topic, per condividere con il resto del mondo la genialità di questo Matematico...Renato Caccioppoli (Napoli, 1904-Napoli, 1959), conosciuto dai più per il teorema del punto fisso che porta il suo nome, e quello di Banach.

Aneddoti sulla vita del Caccioppoli

[Tratto da Wikipedia]

-Ottimo pianista, era noto per il suo temperamento anticonformista: sperimentò infatti la vita dei barboni, e fu arrestato per accattonaggio: si racconta che un giorno Caccioppoli fu fermato di notte dalla polizia per un controllo a Piazza Garibaldi, a Napoli, vicino alla stazione ferroviaria, zona ad alta densità di delinquenza e prostituzione e quando asserì di essere docente di analisi matematica all'Università Federico II di Napoli, gli agenti non gli credettero e lo arrestarono. L'indomani chiamarono telefonicamente l'università per ricevere conferma di quanto il sospetto aveva affermato. Rispose uno dei suoi amici e colleghi, forse Carlo Miranda, e alla domanda della polizia, che voleva sapere se effettivamente quello fosse il Caccioppoli (non aveva documenti con sé), e se lavorasse davvero all'università, rispose chiedendo se il soggetto in questione avesse un impermeabile e una canottiera bianca (si vestiva sempre così con qualsiasi clima e temperatura) e quando l'agente disse di si, il collega del matematico affermò che quello che avevano fermato era senz'altro Renato Caccioppoli.

-Un giorno uno studente gli chiese: "Professore secondo lei qual è la frase più vera in assoluto?" attendendosi forse una risposta di mirabile complessità o comunque di argomento scientifico. Caccioppoli rispose: "Al cuore non si comanda".

-Alla domanda su quale fosse l'invenzione più utile in assoluto, rispose che era il metodo di Ogino-Knaus quando funzionava e che questo metodo era anche l'invenzione più inutile, quando non funzionava.

-Lo scrittore Luciano De Crescenzo, nel suo libro Storia della filosofia greca, cita Renato Caccioppoli come docente di un suo esame, al termine del quale ricevette un "21 di scoraggiamento".

-Alla Federico II girano molte storie sulla sua personalità. Per esempio, durante un esame Caccioppoli chiese ad uno studente di disegnare alla lavagna una retta. Lo studente disegnò una linea dritta, ma Caccioppoli non era soddisfatto, quella non era una retta. Il ragazzo allungò la linea, ma il professore non era ancora soddisfatto. Il ragazzo allora disegnò una retta lunga quanto la lavagna dell'aula, ma Caccioppoli gli intimò di continuare. Allora il ragazzo passò il gesso sul muro fino ad arrivare alla porta della stanza e, ad un cenno del professore, uscì dall'aula continuando a passare il gesso sul muro. Caccioppoli bocciò il ragazzo. Per disegnare una retta si disegna un segmento tratteggiando gli estremi, cosa che lo studente non aveva fatto. Questa storia che può sembrare una barzelletta è stata confermata da alcuni professori dell'università.

-Caccioppoli era convinto che le donne non potessero comprendere la matematica. Un giorno una studentessa, futura professoressa di Fisica alla Federico II, sostenne l'esame con Caccioppoli alla fine del quale il professore le disse "Signorina, nonostante lei sia una donna le devo mettere 30 e lode".

-Caccioppoli era solito bocciare moltissimi studenti con la prima domanda che poneva loro. In genere, la domanda era questa: mi scriva la derivata di e^{\pi}. Molti studenti rispondevano con le più svariate assurdità, senza soffermarsi a pensare che e^{\pi} è una costante e che la derivata di una costante è zero.

-Alcuni suoi allievi, ora professori universitari alla Federico II, raccontano che durante l'epoca fascista, a seguito del divieto per gli uomini di passeggiare con cani di piccola taglia (secondo i fascisti per "salvaguardia della virilità"), era solito camminare, come forma di contestazione, per le principali strade di Napoli con un gallo al guinzaglio.

-Secondo un attuale professore della facoltà di ingegneria di Napoli Federico II, un giorno alcuni allievi prima della lezione, misero un preservativo sulla cattedra. Caccioppoli entrò fece tutta la lezione senza dare alcun segno e mentre se ne usciva, al termine della lezione, si fermò sulla porta e disse: "A proposito, qualcuno di voi ha dimenticato il suo cappello sulla cattedra".

-Secondo sempre lo stesso professore universitario, che fu allievo di Caccioppoli, durante una seduta di esame di analisi matematica, il suo assistente, il sacerdote Savino Coronato assegnò alla lavagna una equazione differenziale ad un allievo, il quale non fu in grado di risorverla e fu bocciato. Purtroppo per l'allievo, il prete si era confuso e aveva assegnato un'equazione differenziale non risolvibile analiticamente. Caccioppoli non disse niente, ma poi si avvicinò al prete e disse: "Quest'equazione differenziale la sappiamo risolvere solo io e il tuo padrone!" (Caccioppoli era ateo).

-Il grande Renato Caccioppoli aveva come assistente Savino Coronato, sacerdote cattolico. Quando un suo allievo era particolarmente ignorante in matematica gli diceva: "Avrai la laurea in matematica quando io sarò eletto presidente della Repubblica e Coronato sarà Papa".
Ringraziano: Guendalina, Ifrit, Danni, Phi-ϕ-57
 
 

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #341

avt
Ifrit
Amministratore
Che personaggio! Ho visto il film biografico "Morte di un matematico napoletano". Te lo consiglio se sei un fan di Caccioppoli. Un film un po' cupo e abbastanza melanconico, però ti permette di comprendere come era vissuta l'Università a quei tempi, il rigore dei professori era alquanto inquietante.

Piccola nota: Il teorema di Banach (per gli anglofoni) è a torto dedicato a tale figuro (a Banach intendo). Tra le ipotesi del Teorema del punto fisso, Banach pretendeva che lo spazio fosse di Banach, Caccioppoli invece dimostrò che vale anche per gli spazi metrici completi.

Avete notato con quanta nonchalance ho scritto più volte Banach nello stesso periodo?
Ringraziano: Omega, Danni, paperino

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #622

avt
Psi
Ambasciatore
Ciao, trovo affascinanti e divertenti gli aneddoti sulla vita di questo Professore.

A mio modesto parere credo che in Italia la Matamatica sia sempre stata trattata in maniera troppo seria, tale da renderla uno spauracchio per tutti coloro che la approcciavano. È per questo (e forse anche per come viene spiegata da alcuni, ovvero come "Risolvi l'esercizio.. o sei un idiota.."), che sono pochi coloro che la apprezzano e, chi la studia, viene visto come un alieno (e alienato, vedi alcune discussioni sul forum...).

Voi che amate la matematica e che in essa trovate ciò che io per anni non ho mai trovato, siete esortati a raccontare di questi aneddoti, a dare esempi tangibili su di essa, così da renderla meno tremenda e più friendly.

Da ultimo, credo che questo sito ci stia riuscendo.
Grafica light! Risposte ad hoc precise ed amichevoli!
Ora la matematica fa meno paura!

Bodhi
Ringraziano: Danni, paperino

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #624

avt
Omega
Amministratore
Grazie Bodhi! L'obbiettivo è proprio questo ed è imponente, la politica del sito è dichiarata, il modus operandi anche, e ce la mettiamo tutta - ogni giorno! emt
Ringraziano: paperino

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #3409

avt
paul spider
Cerchio
WOW! Credevo che Paul Erdos fosse il matematico più simpatico ma anche questo Caccioppoli non è niente male!
Ringraziano: Danni, paperino

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #3429

avt
Omega
Amministratore
Era il classico genio anticonformista, e aveva sarcasmo e acume da vendere, al di là della Matematica. Se poi si considera che è vissuto in epoca fascista... Onore al merito: l'aneddoto del gallo al guinzaglio è semplicemente eccezionale! emt

Di Erdos conosci qualche aneddoto? Non l'ho mai sentito nominare, chiedo scusa per la mia ignoranza...
Ringraziano: frank094, Ifrit

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #3447

avt
paul spider
Cerchio
Ho letto la biografia di Paul Erdos l'anno scorso, era ungherese e ha dovuto scappare dal suo paese per colpa del nazismo, e non ha mai avuto una casa, la patente automobilistica o un conto corrente bancario.

Girava con due valigie e si faceva ospitare dagli amici matematici, dove arrivava nelle ore più strane e quando gli aprivano la porta li salutava dicendo "la tua mente è aperta?".

Una volta aveva appena ritirato il compenso per una conferenza, ha incontrato un barbone e gli ha regalato quasi tutto...

Guarda su Wikipedia, c'è tutto quello che sto raccontando e anche molto di più! Comunque lui ha pubblicato poco da solo e molto in collaborazione, esiste perfino un "numero di Erdos" che funziona così: chi ha pubblicato con lui è un numero 1, chi lo ha fatto con qualcuno che lo ha fatto con lui è un numero 2, e così via...

[EDIT] Uh, mi sono dimenticata di dire questa cosa carina: Erdos era ebreo e diceva sempre che Dio aveva un Libro dove erano contenuti tutti i meravigliosi teoremi del mondo, e che avrebbe dato non so cosa per dargli una sbirciatina... e c'è questa barzelletta che dice che Erdos pensa che il Libro lo abbia Dio ma Dio crede che ce l'ha Gauss!
Ringraziano: Omega, frank094

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #3477

avt
Omega
Amministratore
Una volta aveva appena ritirato il compenso per una conferenza, ha incontrato un barbone e gli ha regalato quasi tutto...

Fantastico! emt ... Anche questo personaggio non scherzava affatto!

Appena ho un attimo libero mi fiondo a leggere la pagina Wiki, grazie per la dritta!
Ringraziano: frank094

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #3494

avt
paul spider
Cerchio
Siamo pari e patta, io non conoscevo Caccioppoli e grazie a te ora so che bella persona era!
Ringraziano: Omega, frank094, paperino

Re: Vita del Caccioppoli (worth reading!) #3495

avt
paul spider
Cerchio
Guarda anche questo: Polito - Interventi - Erdos emt
Ringraziano: Omega
  • Pagina:
  • 1
Os