Soluzioni
  • La scala Douglas descrive lo stato del moto ondoso del mare sulla base dell'altezza significativa delle onde registrata in mare aperto. È stata introdotta nel 1921 dal capitano della marina britannica H. P. Douglas e si articola in 10 gradi (da 0 a 9), a ciascuno dei quali corrisponde uno specifico stato del moto ondoso.

    Prima di procedere con la lettura è bene sapere che lo stato del moto ondoso del mare è detto, più brevemente, stato del mare e che le due espressioni vengono usate come sinonimi.

    Qui di seguito abbiamo riportato una tabella con la scala Douglas completa. Per ogni grado di intensità abbiamo specificato:

    - il termine descrittivo del mare;

    - il simbolo del mare;

    - lo stato del moto ondoso;

    - l'altezza significativa delle onde in metri.

    Precisiamo che l'altezza significativa delle onde viene calcolata in mare aperto con apposite boe ondimetriche. Per questo motivo può accadere che in prossimità della costa lo stato del mare sia diverso da quello osservato in mare aperto; ad esempio un vento che soffia da terra formerà onde alte a largo, ma molto più contenute in prossimità della costa.

     

    Grado di intensità

    Simbolo del mare

    Nome del simbolo

    Descrizione del moto ondoso

    Altezza significativa delle onde (in metri)

    0

    Mare calmo

    Mare calmo

    Il mare è piatto

    0

    1

    Mare quasi calmo 

    Mare quasi calmo

    Leggere increspature sulla superficie

    Minore di 0,10

    2

    Mare poco mosso

    Mare poco mosso

    Onde piccole, ancora molto corte ma ben evidenti

    Tra 0,10 e 0,50

    3

    Mare mosso

    Mare mosso

    Iniziano a vedersi le prime pecorelle, ossia le onde con la cresta di schiuma bianca

    Tra 0,50 e 1,25

    4

    Mare molto mosso

    Mare molto mosso

    Onde sempre più lunghe e con molte pecorelle

    Tra 1,25 e 2,50

    5

    Mare agitato

    Mare agitato

    Onde grosse e con molti spruzzi provocati dal vento

    Tra 2,50 e 4

    6

    Mare molto agitato

    Mare molto agitato

    La schiuma formata dalle onde viene spazzata via nella direzione del vento e si formano spruzzi vorticosi

    Tra 4 e 6

    7

    Mare grosso

    Mare grosso

    Le creste delle onde si arrotolano e le strisce di schiuma sono molto dense

    Tra 6 e 9

    8

    Mare molto grosso

    Mare molto grosso

    Le strisce di schiuma si compattano e il mare ha un aspetto biancastro

    Tra 9 e 14

    9

    Mare tempestoso

    Mare tempestoso

    Le onde sono enormi e nascondono la vista delle navi. Il mare è interamente coperto da schiuma e la visibilità è ridotta al minimo

    Maggiore di 14

     

    Scala Douglas e altezza significativa delle onde

    Nell'introdurre la scala Douglas abbiamo menzionato l'altezza significativa delle onde. Per capire di cosa si tratta è necessario fare una piccola premessa sulle onde e sulle loro caratteristiche.

    Le onde sono caratterizzate da un'altezza, da una lunghezza e dal periodo:

    - l'altezza è la distanza verticale tra la superficie del mare e la cresta dell'onda;

    - la lunghezza è la distanza orizzontale tra due creste successive;

    - il periodo è il tempo che intercorre tra i passaggi di due creste successive per un punto fisso.

    Nella realtà, soprattutto con venti sostenuti, le onde sono molto diverse tra loro e sarebbe quasi impossibile fornire una descrizione del moto ondoso che tenga conto di altezza, lunghezza e periodo.

    Indubbiamente la caratteristica più significativa, con cui si ha un'idea immediata dello stato del mare, è l'altezza delle onde. Tuttavia, in pochi secondi e in uno stesso punto, capita di osservare onde molto più alte di altre.

    Per questi motivi la scala Douglas usa la cosiddetta altezza significativa, indicata con il simbolo H_{\frac{1}{3}} e calcolata nel modo seguente:

    - si registra l'altezza di 120 onde e si scelgono le 40 più alte, ossia 1/3 di quelle registrate;

    - si calcola la media aritmetica tra le altezze delle 40 onde selezionate.

    Il valore così ottenuto è l'altezza significativa a cui fa riferimento la scala Douglas.

    Scala Douglas del mare di vento e del mare lungo

    A seconda dell'influenza del vento si distinguono due tipologie di mare: il mare vivo (o mare di vento) e il mare morto (o mare lungo):

    - il mare di vento è quello che si forma sotto l'azione diretta del vento;

    - il mare lungo è quello costituito dalle onde che provengono da una zona lontana di burrasca o da quelle residue dovute a un vento molto forte che ha smesso di soffiare da poco.

    La scala Douglas di cui abbiamo parlato fino a questo punto si riferisce al mare di vento, le cui onde sono classificate in base alla loro altezza significativa.

    Esiste anche una seconda scala Douglas, molto meno usata della prima, che descrive lo stato del mare lungo in base alla lunghezza e all'altezza delle onde.

    Per quanto concerne la lunghezza si distinguono:

    - le onde corte, con una lunghezza compresa tra 0 e 100 metri;

    - le onde medie, la cui lunghezza è compresa tra 100 e 200 metri;

    - le onde lunghe, con una lunghezza superiore a 200 metri.

    Sulla base dell'altezza si caratterizzano, invece:

    - le onde basse, con altezza compresa tra 0 e 2 metri;

    - le onde moderate, con altezza compresa tra 2 e 4 metri;

    - le onde alte, con altezza che supera i 4 metri.

    Anche la scala Douglas del mare lungo si articola in 10 gradi (da 0 a 9). Eccola nel dettaglio.

     

    Grado di intensità

    Stato del mare

    0

    Assenza di onde

    1

    Onda corta e bassa

    2

    Onda lunga e bassa

    3

    Onda corta e moderata

    4

    Onda media e moderata

    5

    Onda lunga e moderata

    6

    Onda corta e alta

    7

    Onda media e alta

    8

    Onda lunga e alta

    9

    Onda confusa (lunghezza e altezza non sono determinabili)

     

    Sulla scala Douglas non abbiamo altro da aggiungere, ma ci congediamo con un paio di spunti di approfondimento:

    - scala Beaufort - una scala di misura della velocità del vento;

    - forza del mare - una terminologia molto diffusa e usata per esprimere le condizioni del mare.

    Risposta di Galois
 
MEDIEGeometriaAlgebra e Aritmetica
SUPERIORIAlgebraGeometriaAnalisiAltro
UNIVERSITÀAnalisiAlgebra LineareAlgebraAltro
EXTRAPilloleWiki
 
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Vento e mare