Soluzioni
  • La scala 1: 20 (scala 1 a 20) trova largo impiego nella rappresentazione su carta di particolari costruttivi e di componenti d'arredo. È una scala numerica di riduzione e, salvo diverse indicazioni, la sua unità di misura di riferimento è il centimetro (cm).

    Ciò significa che, in un disegno in scala 1 a 20, 1 centimetro su carta corrisponde a 20 centimetri nella realtà

    \mbox{Scala } 1: \ 20

    1 \mbox{ cm su carta} = 20 \mbox{ cm reali}

    Rappresentare in scala 1 a 20

    Per disegnare un qualsiasi oggetto reale in scala 1 a 20 bisogna prenderne le misure in cm e dividere ciascuna misura per 20.

    Supponiamo ad esempio di voler rappresentare una finestra larga 80 cm e alta 120 cm.

    Dividiamo le due misure per 20:

    \\ (80 \mbox{ cm}) : 20 = 4 \mbox{ cm} \\ \\ (120 \mbox{ cm}) : 20 = 6 \mbox{ cm}

    Di conseguenza la riproduzione in scala 1 a 20 della finestra corrisponde a un rettangolo largo 4 cm e alto 6 cm.

    Come leggere la scala 1 a 20

    Facciamo un esempio concreto. La seguente immagine raffigura una comune scrivania in scala 1 a 20.

     

    Scala 1: 20

    Rappresentazione in scala 1: 20

     

    Per ricavarne l'altezza reale dovremo moltiplicare 4 cm per 20, dunque

    \mbox{Altezza} = (4 \mbox{ cm}) \times 20 = 80 \mbox{ cm}

    Ogni cassetto è largo 2 cm e alto 1 cm, per cui le dimensioni effettive di ogni cassetto sono:

    \\ (2 \mbox{ cm}) \times 20 = 40 \mbox{ cm} \\ \\ (1 \mbox{ cm}) \times 20 = 20 \mbox{ cm}

    La scrivania ha una profondità di 3 cm, che corrispondono a 60 cm reali, infatti

    (3 \mbox{ cm}) \times 20 = 60 \mbox{ cm}

    Ancora, su carta le dimensioni del piano d'appoggio sono 3 cm per 7 cm, ossia 60 cm per 140 cm reali.

    Potremmo continuare, ma ci fermiamo qui, anche perché ormai dovrebbe essere chiaro come si interpreta una raffigurazione in scala 1: 20.

    ***

    Altre scale di riduzione largamente usate sono:

    - la scala 1 a 2, con cui si rappresentano oggetti di piccole dimensioni, come un'agenda o una bottiglia;

    - la scala 1 a 50 vantaggiosa, ad esempio, per raffigurare in scala gli spazi interni;

    - la scala 1 a 100, che trova largo impiego nei progetti architettonici, come la piantina o il prospetto di un'abitazione;

    - la scala 1 a 200, utile per le planimetrie catastali;

    - la scala 1 a 500, impiegata nelle planimetrie generali, quale potrebbe essere quella di un quartiere;

    - la scala 1 a 2000, ricorrente nei piani regolatori generali.

    Risposta di Galois
 
MEDIEGeometriaAlgebra e Aritmetica
SUPERIORIAlgebraGeometriaAnalisiAltro
UNIVERSITÀAnalisiAlgebra LineareAlgebraAltro
EXTRAPilloleWiki
 
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Coordinate e scale
  • 1
    Risposta
    In Coordinate e scale, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Coordinate e scale, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Coordinate e scale, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Coordinate e scale, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Coordinate e scale, domanda di FAQ