Soluzioni
  • Equinozi e solstizi corrispondono a 4 momenti precisi dell'anno e sono determinati da 4 specifiche posizioni assunte dalla Terra durante il suo moto di rivoluzione attorno al Sole.

    Solstizi ed equinozi decretano la fine di una stagione e l'inizio di un'altra. In particolare:

    - l'equinozio di primavera segna il passaggio dall'inverno alla primavera;

    - il solstizio d'estate decreta il passaggio dalla primavera all'estate;

    - l'equinozio d'autunno segna la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno;

    - il solstizio d'inverno sancisce il passaggio dall'autunno all'inverno.

    Differenze tra equinozi e solstizi

    Spesso si tende a confondere i concetti di equinozio e solstizio, quindi cerchiamo di far chiarezza una volta per tutte e di capire qual è la differenza tra solstizi ed equinozi.

    Durante gli equinozi, i raggi del Sole sono perpendicolari all'asse di rotazione terrestre (dunque il Sole si trova allo zenit di un osservatore situato all'equatore) e in tutta la Terra la durata del dì e della notte è pressoché identica. Non a caso il termine equinozio deriva dal latino "aequa-nox" che vuol dire "notte uguale".

    Durante i solstizi il Sole raggiunge, rispetto all'orizzonte, la sua massima e la sua minima altezza nella sfera celeste. Nei solstizi i raggi del Sole cadono perpendicolarmente sulla superficie terrestre in uno dei due tropici.

    Inoltre, i due equinozi si manifestano nei mesi di marzo e settembre, mentre i due solstizi ricadono nei mesi di giugno e dicembre.

    Nella seguente immagine abbiamo evidenziato la posizione assunta dalla Terra durante equinozi e solstizi nel suo moto di rivoluzione attorno al Sole.

     

    Equinozi e solstizi

     

    Equinozi e solstizi nel cambio delle stagioni

    Come anticipato, equinozi e solstizi decretano l'alternarsi delle stagioni. Ma quando si verificano con esattezza l'equinozio di primavera, l'equinozio d'autunno, il solstizio d'estate ed il solstizio d'inverno?

    Per rispondere a tale domanda dobbiamo necessariamente precisare l'emisfero terrestre di riferimento.

    Nell'emisfero boreale, che è l'emisfero a nord dell'equatore:

    - l'equinozio di primavera cade tra il 19 ed il 21 marzo;

    - il solstizio d'estate cade tra il 20 ed il 21 giugno;

    - l'equinozio d'autunno avviene tra il 22 ed il 23 settembre;

    - il solstizio d'inverno avviene tra il 21 ed il 22 dicembre.

    Nell'emisfero australe (emisfero a sud dell'equatore) accade esattamente il contrario, ossia:

    - l'equinozio di primavera coincide con l'equinozio d'autunno dell'emisfero boreale e cade tra il 22 ed il 23 settembre;

    - il solstizio d'estate coincide con il solstizio d'inverno dell'emisfero boreale e cade tra il 21 ed il 22 dicembre;

    - l'equinozio d'autunno coincide con l'equinozio di primavera dell'emisfero boreale ed avviene tra il 19 ed il 21 marzo;

    - il solstizio d'inverno coincide con il solstizio d'estate dell'emisfero boreale ed avviene tra il 20 ed il 21 giugno.

     

    Equinozi e solstizi

    Emisfero boreale

    Emisfero australe

    Equinozio di primavera

    19/21 marzo

    22/23 settembre

    Solstizio d'estate

    20/21 giugno

    21/22 dicembre

    Equinozio d'autunno

    22/23 settembre

    19/21 marzo

    Solstizio d'inverno

    21/22 dicembre

    20/21 giugno

     

    Per leggere le definizioni astronomiche di equinozi e solstizi e per conoscerne le date esatte in uno specifico anno vi rimandiamo alla pagine degli omonimi link. ;)

    Risposta di Galois
MEDIE Geometria Algebra e Aritmetica
SUPERIORI Algebra Geometria Analisi Varie
UNIVERSITÀ Analisi Algebra Lineare Algebra Altro
EXTRA Vita quotidiana
 
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Superiori-Senza categoria