Soluzioni
  • La scala di riduzione esprime il rapporto tra una lunghezza misurata sulla carta e la corrispondente lunghezza reale.

    Ad esempio, se si vuole rappresentare su carta la pianta di un'abitazione, lo stradario di una città, la cartina dell'Italia, o un qualsiasi oggetto che abbia dimensioni più grandi di quelle del foglio di carta, e vogliamo che tale rappresentazione rispecchi la realtà, dobbiamo necessariamente ricorrere ad una scala di riduzione.

    Esistono due tipi di scale di riduzione: la scala grafica e la scala numerica. Vediamo come sono fatte, come si leggono e come si utilizzano.

    Scala di riduzione grafica

    La scala grafica si rappresenta mediante una linea retta suddivisa in tanti segmenti uguali, ciascuno lungo 1 centimetro.

    Sotto ciascun segmento è riportato un numero, e sulla destra della scala si trova un'unità di misura.

    Quella riportata nell'immagine seguente è un esempio di scala di riduzione grafica:

     

    Scala di riduzione grafica

     

    Leggere una scala di riduzione grafica è immediato. Prendendo come riferimento l'immagine precedente, essa ci dice che 1 centimetro su carta corrisponde a 100 chilometri nella realtà, quindi 2 centimetri corrisponderanno a 200 km, 3 cm a 300 chilometri, e così via..

    Se una scala di riduzione grafica usa come misura di riferimento il metro allora essa prende il nome si scala metrica.

    Scala di riduzione numerica

    La scala numerica rappresenta la riduzione in scala attraverso due numeri separati dal simbolo di diviso e come unità di misura di lunghezza utilizza il centimetro.

    1: 10 , 1: 1000 , 1: 100 000

    sono tre esempi si scale di riduzione numeriche e, nello specifico:

    1: 10 ci dice che 1 centimetro su carta equivale a 10 centimetri nella realtà;

    1: 1000 indica che 1 centimetro su carta corrisponde a 1000 cm nella realtà (ossia ad 1 metro);

    1: 100 000 ci dice che 1 cm su carta corrisponde a 100 000 centimetri reali, cioè ad 1 chilometro.

    Esempi di utilizzo delle scale di riduzione

    Supponiamo di disporre della cartina della regione Sicilia con annessa scala di riduzione e di voler sapere quanti chilometri ci sono tra Trapani e Siracusa.

     

    Scala di riduzione

     

    Servendoci di un righello basterà misurare la distanza in centimetri tra Trapani e Siracusa per poi convertirli in km attraverso la scala di riduzione.

    Nella prima immagine è raffigurata una scala di riduzione grafica, in cui 1 centimetro equivale a 100 km. Di conseguenza

    2,6 \mbox{ cm} = (2,6 \times 100) \mbox{ km} = 260 \mbox{ km}

    Nella seconda immagine abbiamo, invece, una scala di riduzione numerica del tipo 1: 10 000 000. Ciò vuol dire che 1 centimetro su carta corrisponde a 10 milioni di centimetri nella realtà, cioè a 100 km. Di conseguenza, anche in questo caso

    2,6 \mbox{ cm} = (2,6 \times 100) \mbox{ km} = 260 \mbox{ km}

    Quindi la distanza tra Trapani e Siracusa è di circa 260 km.

    Un'ultima osservazione sulle scale di riduzione

    Soprattutto nelle cartine geografiche, le distanze misurate col righello e poi convertire in chilometri (o metri) attraverso la scala di riduzione sono distanze in linea d'aria, ossia che non tengono conto delle strade di collegamento o di possibili interruzioni dovute a fiumi, laghi, ferrovie...

    Con questo è davvero tutto! ;)

    Risposta di Galois
MEDIE Geometria Algebra e Aritmetica
SUPERIORI Algebra Geometria Analisi Varie
UNIVERSITÀ Analisi Algebra Lineare Algebra Altro
EXTRA Vita quotidiana
 
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Problemi quotidiani di Matematica e Fisica
  • 1
    Risposta
    In Problemi quotidiani di Matematica e Fisica, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Problemi quotidiani di Matematica e Fisica, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Problemi quotidiani di Matematica e Fisica, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Problemi quotidiani di Matematica e Fisica, domanda di FAQ
  • 1
    Risposta
    In Problemi quotidiani di Matematica e Fisica, domanda di FAQ