Soluzioni
  • Il coefficiente di un monomio non è altro che la sua parte numerica.

    Possiamo considerare coefficiente e parte numerica come sinonimi nel caso dei monomi. Ti faccio un paio di esempi giusto per rendere chiaro cosa intendo:

    Ad esempio, considera il monomio:

    \bullet\,\,3x^2 y z. Il suo coefficiente è 3 perché esso è la parte numerica. 

    \bullet\,\, \frac{1}{2}x y z^3. Il suo coefficiente è \frac{1}{2}

    \bullet\,\,  \sqrt{2}a b^2. Il suo coefficiente è \sqrt{2}

    Capito l'antifona? :)

     

    Si usa l'espressione coefficienti di un polinomio per indicare tutte le parti numeriche dei monomi che lo compongono. Ad esempio i coefficienti del polinomio:

    2x^2+3 x-2

    sono 2, 3 e -2, in particolare:

    2 è il coefficiente di x^2;

    3 è il coefficiente di x

    -2 è il coefficiente del termine di grado zero, propriamente chiamato termine noto.

     

    Leggi la lezione sulla definizione di monomio - click!

    Risposta di Ifrit
MEDIEGeometriaAlgebra e Aritmetica
SUPERIORIAlgebraGeometriaAnalisiVarie
UNIVERSITÀAnalisiAlgebra LineareAlgebraAltro
EXTRAVita quotidiana
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Medie-Algebra e Aritmetica