Soluzioni
  • I satelliti di Saturno sono 62 in tutto (in base alle conoscenze attuali) e i principali sono Mimas, Encelado, Teti, Dione, Rea, Titano e Giapeto; Saturno è il secondo pianeta del Sistema Solare per numero di satelliti dopo Giove, che possiede 67 lune; il terzo pianeta è Urano con 27 lune.

    Principali satelliti di Saturno

    Tra i principali satelliti di Saturno si annoverano sette lune di dimensioni molto maggiori rispetto alle altre e costituite principalmente da roccia e ghiaccio: Mimas, Encelado, Teti, Dione, Rea, Titano e Giapeto.

    Tra queste, Titano è il satellite di dimensioni maggiori in orbita attorno a Saturno: con un diametro di 5151 km è anche il secondo satellite per dimensioni nel Sistema Solare dopo Ganimede (uno dei satelliti di Giove). Essa è anche l'unica luna di Saturno dotata di un'atmosfera molto densa, costituita da azoto (90%) e metano.

    Caratteristiche ed elenco dei satelliti di Saturno

    I satelliti di Saturno presentano dimensioni molto variabili, da un diametro inferiore al chilometro fino a Titano, luna che per dimensioni supera anche il primo pianeta del Sistema Solare in ordine di distanza dal Sole: Mercurio. Le lune di Saturno si dividono in satelliti regolari e satelliti irregolari, sulla base dei parametri orbitali che li contraddistinguono.

    I satelliti regolari di Saturno sono 24 in tutto e comprendono i satelliti principali (le cosiddette lune maggiori ghiacciate). Essi sono caratterizzati da orbite con una bassa inclinazione rispetto al piano equatoriale lungo le quali si muovono con un moto diretto.

    I satelliti irregolari di Saturno sono 38 e sono caratterizzate da orbite molto inclinate, con un moto di rotazione retrogrado attorno a Saturno. Essi possono essere ulteriormente classificate in gruppi minori, tra cui il gruppo Inuit, il gruppo Nordico e il gruppo Gallico. La più grande luna irregolare di Saturno è Febe, la nona tra tutti i satelliti in ordine di dimensioni.

    In particolare alcune delle lune di Saturno presentano orbite in risonanza tra loro e si ritiene che l'interazione gravitazionale dei satelliti principali permetta al materiale presente sugli anelli di ruotare attorno al pianeta lungo orbite stabili.

    Qui di seguito l'elenco dei satelliti di Saturno, con i nomi e le principali caratteristiche, in ordine di distanza da Saturno.

     

    Nome del satellite

    Diametro (in km)

    Massa (×105 kg)

    Semiasse maggiore orbita (in km)

    Periodo orbitale (in giorni)

    Scoperta

    S/2009 S 1

    0,3

    0,0001

    117.000

    0,47

    2009

    Pan

    34 x 31 x 20

    4,95

    133.584

    +0,57

    1990

    Dafni

    9 x 8 x 6

    0,084

    136.505

    +0,59

    2005

    Atlas

    41 x 35 x 19

    6,6

    137.670

    +0,60

    1980

    Prometeo

    136 x 79 x 59

    159,5

    139.380

    +0,61

    1980

    Pandora

    104 x 81 x 64

    137,1

    141.720

    +0,63

    1980

    Epimeteo

    130 x 114 x 106

    526,6

    151.422

    +0,69

    1977

    Giano

    203 x 185 x 153

    1.897,5

    151.472

    +0,69

    1966

    Egeone

    0,5

    0,0001

    167.500

    +0,81

    2008

    Mimas

    416 x 393 x 381

    37.493

    185.404

    +0,94

    1789

    Metone

    3,2

    0,02

    194.440

    +1,01

    2004

    Antea

    1

    0,007

    197.700

    +1,04

    2007

    Pallene

    6 x 6 x 4

    0,05

    212.280

    +1,15

    2004

    Encelado

    513 x 503 x 497

    108.022

    237.950

    +1,37

    1789

    Teti

    1077 x 1057 x 1053

    617.449

    294.619

    +1,89

    1684

    Telesto

    33 x 24 x 20

    9,41

    294.619

    +1,89

    1980

    Calipso

    30 x 23 x 14

    6,3

    294.619

    +1,89

    1980

    Dione

    1128 x 1123 x 1119

    1.095.452

    377.396

    +2,74

    1684

    Elena

    43 x 38 x 26

    24,46

    377.396

    +2,74

    1980

    Polluce

    3 x 2 x 1

    0,03

    377.396

    +2,74

    2004

    Rea

    1530 x 1526 x 1525

    2.306.518

    527.108

    +4,52

    1672

    Titano

    5.151

    134.520.000

    221.930

    +16

    1655

    Iperione

    360 x 266 x 205

    5.620

    1.481.010

    +21

    1848

    Giapeto

    1491 x 1491 x 1424

    1.805.635

    3.560.820

    +79

    1671

    Kiviuq

    16

    2,79

    11.294.800

    +448

    2000

    Ijiraq

    12

    1,18

    11.355.316

    +452

    2000

    Febe

    219 x 217 x 204

    8.292

    12.869.700

    -545

    1899

    Paaliaq

    22

    7,25

    15.103.400

    +693

    2000

    Skathi

    8

    0,35

    15.672.500

    -732

    2000

    Albiorix

    32

    22,3

    16.266.700

    +774

    2000

    S/2007 S 2

    6

    0,15

    16.560.000

    -793

    2007

    Bebhionn

    6

    0,15

    17.153.520

    +839

    2004

    Erriapo

    10

    0,68

    17.236.900

    +845

    2000

    Skoll

    6

    0,15

    17.473.800

    -862

    2006

    Siarnaq

    40

    43,5

    17.776.600

    +885

    2000

    Tarqeq

    7

    0,23

    17.910.600

    +895

    2007

    S/2004 S 13

    6

    0,15

    18.056.300

    -906

    2004

    Greip

    6

    0,15

    18.065.700

    -906

    2006

    Hyrrokkin

    8

    0,35

    18.168.300

    -914

    2006

    Jarnsaxa

    6

    0,15

    18.556.900

    -944

    2006

    Tarvos

    15

    2,3

    18.562.800

    +944

    2000

    Mundilfari

    7

    0,23

    18.725.800

    -957

    2000

    S/2006 S 1

    6

    0,15

    18.930.200

    -972

    2006

    S/2004 S 17

    4

    0,05

    19.099.200

    -985

    2004

    Bergelmir

    6

    0,15

    19.104.000

    -986

    2004

    Narvi

    7

    0,23

    19.395.200

    -1008

    2003

    Suttungr

    7

    0,23

    19.579.000

    -1023

    2000

    Hati

    6

    0,15

    19.709.300

    -1033

    2004

    S/2004 S 12

    5

    0,09

    19.905.900

    -1048

    2004

    Farbauti

    5

    0,09

    19.984.800

    -1055

    2004

    Thrymr

    7

    0,23

    20.278.100

    -1078

    2000

    Ægir

    6

    0,15

    20.482.900

    -1094

    2004

    S/2007 S 3

    5

    0,09

    20.518.500

    -1100

    2007

    Bestla

    7

    0,23

    20.570.000

    -1101

    2004

    S/2004 S 7

    6

    0,15

    20.576.700

    -1102

    2004

    S/2006 S 3

    6

    0,15

    21.076.300

    -1142

    2006

    Fenrir

    4

    0,05

    21.930.644

    -1212

    2004

    Surtur

    6

    0,15

    22.288.916

    -1242

    2006

    Kari

    7

    0,23

    22.321.200

    -1245

    2006

    Ymir

    18

    3,97

    22.429.673

    -1254

    2000

    Loge

    6

    0,15

    22.984.322

    -1301

    2006

    Fornjot

    6

    0,15

    24.504.879

    -1432

    2004

     

    Saturno costituisce un caso particolare tra i pianeti del Sistema Solare, perché oltre ai satelliti noti si può parlare di satelliti ipotetici. Gli anelli di Saturno sono infatti composti, oltre che da pulviscolo, da oggetti che arrivano fino a centinaia di metri di diametro e ciò ne rende la classificazione particolarmente complessa; a tal proposito basti pensare che nel periodo 2000-2009 sono state scoperte ben 28 lune di Saturno, di cui buona parte scoperte dalla missione spaziale Cassini-Huygens.

    Esattamente come nel caso degli altri pianeti gassosi del Sistema Solare, la numerosità dei satelliti di Saturno è dovuta all'enorme massa del pianeta, la quale ha permesso di catturare diversi asteroidi provenienti dalla Fascia di Kuiper (come nel caso di Febe).

    ***

    Per i satelliti degli altri pianeti degli altri pianeti del Sistema Solare, puoi usare il tool online satelliti dei pianeti (ci sono anche approfondimenti relativi ai satelliti di Giove e ai satelliti di Urano).

    Per concludere, ti rimando inoltre alla scheda dedicata al pianeta Saturno.

    Risposta di Omega
 
MEDIEGeometriaAlgebra e Aritmetica
SUPERIORIAlgebraGeometriaAnalisiAltro
UNIVERSITÀAnalisiAlgebra LineareAlgebraAltro
EXTRAPilloleWiki
 
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Wiki - Astronomia