Soluzioni
  • Ciao frascatano arrivo :D

    Risposta di Ifrit
  • Se hai la serie 

    Σ_(n = 1)^(∞)n^(a-2)

    Non devi applicare Leibnitz per la convergenza semplice, anche perché non è una serie a segni alterni. Osserva invece che la serie si riscrive come:

    Σ_(n = 1)^(∞)(1)/(n^(2-a))

    E' una serie armonica generalizzata con esponente 2-a

     

    La serie armonica generalizzata converge se e solo se l'esponente è maggiore di 1 quindi:

    2-a > 1 ⇒-a > -2+1 ⇒-a > -1 ⇒ a < 1

    Risposta di Ifrit
  • si lo so che non è a segni alterni,quello era il risuiltato che mi veniva dalla serie di partenza che aveva il (-1)^n,scusa se non sono stato chiaro... e volevo sapere come potevo dimostrare che questa serie è decrescente.....

    Risposta di frascatano
  • Ok.

    Abbiamo quindi la serie:

    Σ_(n = 1)^(∞)(-1)^(n)n^(a-2)

     

    Ora sì che è una serie a segni alterni. Chiamiamo

    a_n = n^(a-2)

    Affinché la serie converga si deve avere che 

    lim_(n → ∞)a_n = 0 ⇔ lim_(n → ∞)n^(a-2) = 0

    e questo avviene se a-2 < 0 ⇒ a < 2

     

    Quando a < 2 viene soddisfatta la condizione necessaria ma non sufficiente per la convergenza.

     

    Per utilizzare il criterio di Leibinitz, abbiamo bisogno che la successione sia decrescente:

    a_(n+1) < a_(n) ∀ n∈N

    Da n < n+1 segue che

    (n+1)^(a-2) < n^(a-2) 

    questo perché a < 2 di conseguenza a-2 < 0.

    (Ricorda che la funzione potenza, con esponente negativo è decrescente!)

     

    Per il criterio di Leibnitz la serie converge per ogni a < 2

    Risposta di Ifrit
 
MEDIEGeometriaAlgebra e Aritmetica
SUPERIORIAlgebraGeometriaAnalisiAltro
UNIVERSITÀAnalisiAlgebra LineareAlgebraAltro
EXTRAPilloleWiki
 
Esercizi simili e domande correlate
Domande della categoria Università - Analisi