La risposta alla lettera al sindaco di Loano

Risposta alla lettera aperta ..

Avevo pensato di pubblicare quanto segue come commento ai precedenti articoli ("Lettera aperta al sindaco di Loano", "YouMath sui giornali") pubblicati su questo Blog. Ma poi ho creduto fosse meglio che il tutto apparisse in un nuovo articolo per dare la giusta visibilità alle repliche pervenutemi, anche se non direttamente.

 

 

Chi si è interessato alla vicenda sin dai suoi albori, avrà avuto modo di leggere le precedenti pubblicazioni; chi passasse di qui per la prima volta potrà risalire alle origini leggendo i precedenti articoli. Personalmente non entro in merito alle argomentazioni riportate dalla persona chiamata in causa direttamente nè dal suo avversario politico...

 
 

 Non ne ho le competenze e lascio ad ogni lettore le sue conclusioni.

 

A conclusione di tutta questa vicenda, mi fa piacere che il Signor Zaccaria abbia colto il senso del mio messaggio (a differenza di alcuni suoi concittadini che su una pagina Facebook mi hanno definita come la turista che si permette di criticare e che se le cose non le vanno bene così se ne stia a casa sua).

 

Ringrazio gli amministratori di YouMath che mi hanno permesso di pubblicare l'intera vicenda così come ringrazio gli amici del Gruppo Facebook "Loano - Caput Mundi" per il sostegno.

 

 

La mia ultima risposta

 

 

Egregio Signor Zaccaria,

 

Ho ricevuto ieri la sua email con la quale mi rendeva partecipe della sua risposta, integrale, passata al giornale La Stampa. Devo dirLe la verità, dopo le prime due righe della sua letterà già cominciava a “montarmi la mosca al naso”.

 

“Perdindirindina!” – mi sono detta – “Ma che lettera non firmata di una turista! La lettera che gli ho indirizzato era firmatissima ed aveva pure un indirizzo email!”...Poi leggendo la sua email d’accompagnamento ho capito.

 

È un vero peccato che la posta indirizzata a Lei sia andata perduta, e quindi non abbia avuto modo di leggerla. Avrebbe saputo che questa lettera ancor prima di essere pubblicata su un blog le era stata indirizzata non anonimamente. Del resto penso che conoscere “chi” ha scritto sia a totale beneficio del destinatario (di tutto questo si è parlato abbondantemente sulle pagine Facebook del gruppo loanese  “Loano (Sv) Liguria Italy” dal quale mi sono dissociata a causa dell'ottusa polemica di una sua componente. Se n'è parlato anche, e soprattutto, sulle pagine di ”Loano – Caput Mundi”, gruppo nel quale mi è stato gentilmente concesso di far parte).

 

La visibilità che può dare Internet è veramente pazzesca, non trova? Tanto grande da far decidere addirittura in giunta la necessità di dare una risposta a quella che era di partenza una lettera amichevole che una turista ha indirizzato ad alcuni funzionari comunali.

 

Mi rammarico solo che non sia riuscito a risalire alla sottoscritta per darmi comunicazione della Sua replica. Probabilmente non ha pensato di chiedere al Sindaco o all’Assessore Tassara il mio indirizzo email visto che anche loro erano stati destinatari di questo messaggio.

 

Comunque non importa. L’importante personalmente è che io sia riuscita a far arrivare sia a Lei che ai Suoi colleghi la mia missiva. Ho letto con interesse quanto commentato da Lei nonché dal consigliere Dino Sandre, e ringrazio il Gruppo Caput Mundi per avermi segnalato questa ulteriore replica che altrimenti sarebbe andata. Persa in quanto indirizzata solo al medesimo giornale.

 

Purtroppo poi alla fine, e questa è la conclusione che traggo, si butta tutto sulla politica di chi vorrebbe fare ma non può, e di chi non ha fatto perché non ha voluto. Pur sapendo che molte delle situazioni segnalate non si sono verificate solo negli ultimi anni ma si trascinano stancamente dalla notte dei tempi. Senza considerare che per raggiungere un obiettivo ci vuole la buona volontà di tutti.

 

Lei ha avuto la compiacenza di farmi pervenire la sua risposta che è stata data al giornale che purtroppo però il giornalista non ha ritenuto di pubblicare interamente come del resto per intero non è stata scritta la mia. Con la differenza però che quanto scritto da me è stato possibile leggerlo interamente in quanto pubblicato su un blog.

 

Ritengo quindi giusto che anche quanto scritto da lei possa avere la stessa possibilità e quindi  provvederò a pubblicare sullo stesso blog la sua risposta a conclusione di questa “telenovela”.

 

 

COMUNICAZIONE A LA STAMPA DEL VICESINDACO

 

>
>> Leggendo con attenzione la lettera purtroppo non firmata mi sarebbe piaciuto
>> prima di tutto ringraziare questa affezionata ormai nostra ospite nella quale,
>> trovo nelle sue parole, un rispetto verso la nostra città lodevole.
>> Sarebbe facile rispondere che  la difficile situazione economica nazionale che
>> a cascata incombe sempre di più sui Comuni e quindi sui tagli che le
>> amministrazioni devono fare che ricadono inevitabilmente su tutti i servizi che
>> ogni giorni servono per una cittadina come la nostra, la quale,  nella stagione
>> estiva raggiunge oltre 70000 presenze, oppure, ricadere sul famoso Patto di
>> Stabilta' che ancora oggi il cittadino sente lontano ma che in pratica in un
>> Comune come Loano malgrado abbia avuto nell ' ultimo anno più di otto milioni
>> di euro disponibili ma assolutamente non poterli toccare neanche per comprare
>> le lampadine per intervenire sulla pubblica illuminazione o fare interventi di
>> manutenzione sui  marciapiedi,(come viene citato nella lettera)  per fornire
>> gli operai del materiale per gli interventi, purtroppo in meno di un anno in un
>> arco temporale molto veloce, anche la pubblica amministrazione ha cambiato il
>> modo di poter spendere le proprie risorse, ti trovi a dover prendere decisioni
>> difficili se fare tagli sui servizi sociali o sul settore manutenzioni, o sul
>> settore turismo, ricordandoci sempre, che Loano e' un comune a vocazione
>> turistica, in tutto questo si aggiunge il blocco delle assunzioni e quindi se
>> un operaio del servizio manutenzione o del comparto verde va in pensione non
>> puoi più sostituirlo  con la conseguenza che hai meno lavoratori nella città.
>> Non so esiste una ricetta per sconfiggere questa crisi sicuramente e' il
>> momento di unire le forze ,l'amministrazione, il cittadino, le categorie
>> economiche devono lavorare insieme, tenendo conto delle proprie competenze ma
>> individuando obbiettivi strategici comuni, ha ragione la scrittrice della
>> lettera non esiste un colore o un ideologia politica, sono d'accordo con lei,
>> una città più pulita, attenta a diventare sempre più vivibile, sicura e
>> accogliente non e' di destra o di sinistra, questo stiamo cercando di fare con
>> l'Amministrazione Pignocca, saper fare autocritica e individuare quei settore
>> quelle zone che hanno bisogno programmazione o intervento, un amministratore
>> pubblico, secondo me non deve mai ritenersi soddisfatto del proprio lavoro ma
>> mirare al meglio per la sua città e per i suoi cittadini. Troviamo degli
>> attenti suggerimenti nella lettera, ambiente, sicuramente non basta avere la
>> bandiera blu ma mantenere lo standard che questo riconoscimento richiede, ed in
>> questo gli sforzi dell amministrazione ed in particolare con il
>> settore  Ambiente e' stata fatta una programmazione che richiedera' un alto
>> standard di qualita'e di maggior servizio a chi gestirà il servizio di pulizia
>> e di nettezza urbana , con più operatori ecologici e maggior interventi per le
>> strade cittadine, con un maggior numero di cassonetti per aumentare la raccolta
>> differenziata.La Bandiera Blu ha come uno degli elementi anche la presenza di
>> un depuratore, impianto che Loano insieme ad altri comuni limitrofi ha e che
>> funziona bene , tutto ciò che si e' visto in mare questa estate di sporcizia
>> non arrivano dalla nostra zona .
>> Crediamo che Loano abbia fatto molti passi avanti in questi anni, il nuovo
>> porto, la passeggiata a ponente, piazza Italia e centro storico completamente
>> rifatte, una nuova palestra ed una biblioteca, tutte opere importanti per la
>> collettività ora e' il momento di intervenire ,e' questo e'l 'obbiettivo dell'
>> amministrazione,sui piccoli dettagli e sulle manutenzioni , penso ai
>> marciapiedi (citati nella lettera) ormai fatti oltre vent'anni or sono e'
>> indubbio che hanno bisogno di una manutenzione che abbiamo già iniziato oppure
>> dell sostituzione e manutenzione della pavimentazione del centro storico.
>> Tutto si può fare sicuramente con più velocità avendo risorse economiche
>> disponibili, probabilmente con il recupero delle somme per le residenze ci sarà
>> maggiore possibilità di avere risorse fresche per interventi.
>> Vogliamo pensare sempre di più ad una Loano rinnovata,una città viva che
>> sappia presentarsi in ordine, pulita , e sicura, attirare turisti ,  animata da
>> un attivo tessuto economico e sociale, composta da associazioni cattoliche,
>> culturali, e di volontariato, mi creda questo e quello che vogliamo fare e ben
>> vengano i suggerimenti e le critiche costruttive che vadano tutte verso la
>> stessa direzione il bene comune dei cittadini.

 

REPLICA DEL CONSIGLIERE DINO SANDRE


"La lettera-denuncia dell’affezionato turista di Loano sulle condizioni-manutenzione della città, apparso sulla Stampa del 5 ottobre scorso, è lo specchio dell’inerzia degli amministratori che da tanti lustri siedono a palazzo Doria. 

 

Tra questi il vicesindaco-assessore Remo Zaccaria che, in perfetto linguaggio politichese, risponde alla lettera giustificando i ritardi dell’azione amministrativa legati all’attuale crisi economica e indicando generici obiettivi per una “Loano rinnovata”. 

 

Sarebbe bello per una volta che l’amministrazione parlasse in modo semplice, chiaro e trasparente. Illustrasse ai cittadini quali e quante sono le risorse disponibili, quali le scelte che vuole fare, in che direzione intende andare e con quali tempistiche sta lavorando per il rinnovamento di Loano.
Vuole fare manutenzione? Dica da dove vuole iniziare? Dal verde pubblico o dagli asfalti? Dai marciapiedi o dalla pavimentazione dei caruggi?

 

Quali le priorità su cui intendete intervenire ed in che zone della città?

 

Quella che finora è mancata e manca è una pianificazione, una strategia, una “scaletta” di quello che si vuole fare.

 

Loano ha opere datate che necessitano interventi non più rinviabili : la passeggiata e l’area mare di ponente, i marciapiedi e le zone pedonali sopra l’Aurelia, le scuole “Milanesi”. 

 

Purtroppo, necessitano interventi urgenti anche opere di recente realizzazione come la pavimentazione del carruggio centrale, la diga soffolta e piazza Italia.

 

Certo non si può non chiedersi come mai, opere così “giovani” necessitano già di manutenzione. 


Per quanto riguarda la pulizia della città e la raccolta dei rifiuti, che segnala la lettera, si può solo prendere atto della scelta fallimentare dell’amministrazione Vaccarezza e dell’allora assessore all’ambiente Pignocca, era il settembre 2009, di aver affidato il servizio alla Partecipata del Comune, la Servizi Ambientali spa, che, grazie anche alla totale mancanza di controllo e vigilanza dell’amministrazione, ha di fatto collocato Loano tra gli ultimi posti delle città della provincia di Savona per la raccolta differenziata, con conseguenti sanzioni stabiliti per legge che, naturalmente, pagano i Loanesi.

 

Ricordiamo che l’affidamento è risultato irregolare e annullato dal TAR il 1° febbraio 2012.

 

Quello che rileva e segnala la lettera è quello che Loano da tempo attende e richiede : scelte ed interventi mirati a cui l’amministrazione, in questo caso rappresentata dal vicesindaco-assessore Zaccaria, risponde con giustificazioni e le solite inconsistenti ed indecifrabili promesse .

 

Sarebbe bello per una volta che l’amministrazione ammettesse i propri ritardi, responsabilità ed errori e indicasse chiaramente cosa vuole fare.

 

Sarebbe un buon punto di partenza per iniziare un percorso nuovo nel vero e sincero interesse della città."

 


 

 

Un saluto a tutti, e continuate a seguire il Blog di YouMath - sappiate che è aperto a tutti, e se volete partecipare, siete liberi di farlo. Wink

 

 

Tina Quartieri

A.k.a. Pi Greco

 

Articolo precedente..........Articolo successivo


Tags: risposta del vicesindaco di Loano alla lettera aperta - risposta dell'assessore alla lettera della turista - lettera della turista di Loano.