Goniometro: cos'è e come si usa

Che cos'è un goniometro, e come si usa? In effetti sembrerebbe una domanda banale, ma troppi bambini commettono degli errori nel misurare gli angoli, dei quali abbiamo iniziato a parlare nella guida sugli angoli come cambi di direzione e come rotazione. Pensandoci bene, il goniometro non è poi così facile da usare soprattutto per chi non lo ha mai visto prima!

 

Vediamo di spiegare agli alunni cos'è un goniometro e a cosa serve.

 

Nota: questa guida riguarda argomenti di quarta elementare, ed è rivolta a genitori, maestri e a chiunque sia appassionato di didattica della Scuola Primaria.

 

Che cos'è un goniometro

 

Il goniometro è lo strumento che permette di

 

- misurare l'ampiezza di un angolo;

 

- disegnare un angolo di cui si conosce la misura dell'ampiezza, espressa in gradi (di cui abbiamo parlato nella guida precedente: il grado e la misura degli angoli).

 

Solitamente il goniometro ha una forma circolare con ampiezza di 360° (oppure semicircolare di ampiezza di 180°, in questo caso si tratta di un goniometro semicircolare), ed è realizzato in plastica trasparente o in certi casi in metallo.

 

Su un goniometro sono riportate due scale: una interna, in cui ci sono i valori da 0 a 360 ordinati in senso antiorario, l'altra esterna, in questo caso i numeri sono scritti in senso orario. Il centro dello strumento è indicato con una crocetta, un trattino o ancora un puntino, e andrà sovrapposto al vertice dell'angolo da misurare.

 

 

Goniometro circolare

 

 

La presenza delle due scale crea molti grattacapi nei bambini, i quali spesso e volentieri commettono degli errori sia nell'indicare la misura di un angolo, sia nel disegnare correttamente un angolo di ampiezza data.

 

Come usare il goniometro

 

Per misurare l'ampiezza di un angolo col goniometro bisogna seguire tre semplici passaggi:

 

1) far coincidere il centro del goniometro con il vertice dell'angolo;

 

2) far corrispondere lo zero di una scala con una delle due semirette dell'angolo;

 

3) leggere il numero che viene toccato dall'altra semiretta. Esso indicherà la misura dell'ampiezza dell'angolo, espressa in gradi.

 

È fondamentale che i bambini prestino attenzione alla scala scelta. Se il lato coincide con lo zero della scala interna, allora la misura dell'ampiezza dell'angolo sarà il numero della stessa scala, raggiunto dal secondo lato dell'angolo. Lo stesso discorso vale per la scala esterna.

 

Esempio

 

 

Come usare il goniometro

 

 

Nell'immagine sono rappresentati due angoli, uno in rosso di vertice V e uno giallo di vertice O.

 

L'angolo in rosso misura 120°. Un lato combacia con 0° della scala interna, l'altro combacia con 120° sempre della stessa scala e quest'ultimo valore indica proprio la misura dell'ampiezza dell'angolo.

 

L'angolo giallo, il cui vertice è indicato con O, misura 40°. Questa volta uno dei lati combacia con lo 0° della scala esterna, l'altro lato dell'angolo tocca il numero 40 della stessa scala, e questo sarà il valore numerico della misura.

 

Come si disegna un angolo con il goniometro

 

Gli alunni possono anche imparare a usare il goniometro per disegnare un qualsiasi angolo di cui conoscono l'ampiezza. Non devono fare altro che seguire 4 semplici passaggi.

 

1) Con un riga si traccia una semiretta: essa rappresenterà un lato, il suo estremo sarà invece il vertice dell'angolo.

 

2) Si posiziona il goniometro in modo che l'estremo della semiretta coincida con il centro e che il lato passi per uno degli zeri della scale.

 

3) Si segna il punto che corrisponde ai gradi dell'angolo.

 

4) Con il righello si unisce il vertice con il punto trovato.

 

Ancora una volta bisogna prestare molta, molta attenzione alla scala!

 

Esempio

 

Come si disegna un angolo di 30° con il goniometro?

 

Si traccia una semiretta con un righello

 

 

Disegnare un angolo con il goniometro

 

 

Si interviene il goniometro che viene centrato con l'estremo della semiretta, e in modo tale che la semiretta passi per uno zero.

 

Si traccia un piccolo trattino in corrispondenza del numero 30°. Attenzione alla scala! Nell'esempio, lo zero considerato è quello della scala interna, di conseguenza il trattino deve essere tracciato in corrispondenza del 30 presente nella stessa scala.

 

 

Come si rappresenta un angolo con il goniometro

 

 

Con il righello si congiungono il vertice con il segnetto tracciato, sarà il secondo lato dell'angolo.

 

 

Goniometro, come si usa per disegnare un angolo

 

 

Ecco l'angolo di ampiezza 30°.

 


Angolo di trenta gradi con il goniometro

 

 

Ecco fatto, la guida su come utilizzare correttamente il goniometro è conclusa! Un po' di esercizio servirà certamente ai bambini per automatizzare il procedimento.

 

 

Un saluto

Salvatore Zungri (Ifrit)

 

Lezione precedente............Lezione successiva


Tags: cos'è il goniometro per le scuole elementari - come usare il goniometro - come si disegna un angolo con il goniometro - come si misura un angolo con il goniometro.