[Scuola elementare] Misure di lunghezza: il metro

I bambini avranno già sentito più volte il termine metro, sicuramente hanno già un'idea rudimentale di cosa esso sia effettivamente. Il metro è l'unità di misura per la lunghezza e in questa lezione ne proporremo la definizione in modo che sia accessibile ai bambini della scuola primaria.

 

Nota: questa guida riguarda argomenti di quarta elementare, ed è rivolta a genitori, maestri e a chiunque sia apppassionato di didattica della Scuola Primaria. Qui su YouMath è presente anche una sezione più avanzata e rivolta agli studenti delle scuole superiori e dell'università: misure di lunghezza.

 

Unità di misura di lunghezza: il metro

 

Il metro serve a misurare le lunghezze come ad esempio l'altezza di un bambino, la larghezza della lavagna, la distanza tra la scuola e il parco. Ma in cosa consiste, e più precisamente come si definisce il metro?

 

Il metro è l'unità di misura convenzionale, cioè accettata da tutti, di lunghezza. In passato era definito come la distanza tra due linee incise su una sbarretta di platino e iridio, barra che è tutt'ora conservata all'Ufficio Internazionale di Pesi e Misure di Sévres in Francia.

 

Il metro quindi era una barra e veniva utilizzata come modello o unità campione.

 

A dirla tutta, la definizione di metro cambiò nel 1983 e attualmente quella accettata dalla comunità scientifica è la seguente: il metro è definito come la distanza percorsa dalla luce, nel vuoto, in \frac{1}{299.792.458} secondi.

 

Fermi tutti! La definizione formale di metro può risultare terribilmente complicata per un bambino, e per facilitare l'apprendimento molti insegnanti preferiscono un approccio diverso introducendo l'unità di misura con il metro da sarto. Non c'è nulla di sbagliato in questo, anzi, è strategia giusta per favorire la comprensione dell'argomento. :)

 

Una volta chiarito cos'è il metro campione, tutti gli altri devono avere la stessa identica lunghezza. Non è necessario quindi portarsi appresso il prototipo e fortunatamente esistono diversi strumenti grazie ai quali è possibile misurare le distanze, come ad esempio il già menzionato metro da sarto, o il metro a nastro o ancora il metro ripiegabile.

 

Multipli e sottomultipli del metro

 

Una buona attività didattica consiste nel proporre ai bambini la costruzione di un'unità campione di cartone, aiutandosi con un metro da sarto. In questo modo ogni alunno avrà a disposizione il proprio strumento di misurazione personale e potrà usarlo per misurare, ad esempio, la larghezza delle porte della propria stanza, la lunghezza della propria matita, o ancora la distanza tra due muri opposti di una stanza.

 

Questi semplici esperimenti mostrano che in diverse circostanze il metro è troppo lungo o troppo corto.

 

I bambini stessi comprenderanno velocemente che per misurare il proprio avambraccio, o la lunghezza delle matite o ancora lo spessore del proprio quaderno, il metro è scomodo. Gli scienziati hanno pensato anche a questo e hanno definito i sottomultipli del metro che sono il decimetro, il centimetro e il millimetro.

 

- Il decimetro è la decima parte del metro.

 

Il metro viene diviso in 10 parti uguali, ciascuna delle quali viene chiamata decimetro. Il simbolo, o marca, per il decimetro è dm. Un decimetro dunque è 0,1 metri o equivalentemente 10 dm è un metro.

 

1\mbox{ dm}=0,1\mbox{ m}\quad 10\mbox{ dm}=1\mbox{ m}

 

Il decimetro è comodo misurare lunghezze quali l'altezza di un pupazzo o la larghezza di un quaderno.

 

- Il centimetro è la centesima parte del metro, o equivalentemente la decima parte del decimetro.

 

Il simbolo per il centrimetro è cm. Un centimetro è 0,01 metri, o quivalentemente 100 centimetri sono un metro.

 

1\mbox{ cm}= 0,01\mbox{ m}\quad 100\mbox{ cm}=1\mbox{ m}

 

Il centimetro è comodo ad esempio per misurare la lunghezza della penna, la larghezza del temperamatite o ancora la lunghezza di un capello.

 

- Il millimetro è la millesima parte del metro.

 

Il simbolo per il centimetro è mm. Un millimetro è di conseguenza 0,001 metri e simmetricamente 1000 millimetri sono un metro.

 

1\mbox{ mm}=0,001\mbox{ m}\quad 1000\mbox{ mm}=1\mbox{ m}

 

Il millimetro serve essenzialmente per oggetti molto piccoli, come ad esempio la lunghezza di una formica, lo spessore di un quaderno o di una penna.

 

 

Il metro è molto scomodo anche quando si devono misurare distane molto grandi, ad esempio l'altezza del monte Bianco, la lunghezza di un treno o la distanza tra le città di Milano e Roma. Per facilitare le cose, si è pensato bene di introdurre i multipli del metro, che sono il decametro, l'ettometro e il chilometro.

 

- Il decametro è un multiplo del metro che equivale a 10 metri. Il simbolo, o la marca, è dam.

 

1\mbox{ dam}= 10\mbox{ m}\quad 1\mbox{ m}=0,1\mbox{ dam}

 

Il decametro può essere usato per misurare l'altezza di un piccolo palazzo. Attenzione, perché i bambini tendono a confondere il decametro con il decimetro a causa dell'evidente assonanza.

 

- L'ettometro è un multiplo del metro che equivale a 100 metri. Il simbolo scelto per indicarlo è hm.

 

1\mbox{ hm}= 100 \mbox{ m}\quad 1\mbox{ m}= 0,01\mbox{ hm}

 

Gli ettometri sono comodi quando si misurano la lunghezza di una pista per la corsa ad ostacoli, ad esempio, ma anche la distanza tra due punti di una città.

 

- Il chilometro (o kilometro) è un multiplo del metro ed equivale a 1000 metri. Il simbolo ad esso associato è km.

 

1\mbox{ km}= 1000\mbox{ m}\quad 1\mbox{ m}= 0, 001 \mbox{ hm}

 

Con il chilometro possiamo misurare l'altezza dei monti, come ad esempio il monte Bianco che misura quasi 5 km in altezza, o ancora la distanza tra la città, come nel caso di Roma e Milano che distano 476,96 km.

 

 

Ecco una tabella riassuntiva dei multipli e sottomultipli del metro:

 

 

Tabella di multipli e sottomultipli del metro

 

 

Nella terza riga sono riportati i metri equivalenti a ciascuna marca.

 

 


 

La lezione finisce qui, ma il metro, i suoi multipli e sottomultipli, torneranno a fare compagnia agli alunni molto presto. ;)

 

 

Alla prossima!

Salvatore Zungri (Ifrit)

 

Lezione precedente............Lezione successiva


Tags: che cos'è il metro - come si definisce il metro - a cosa servono i multipli e sottomultipli del metro per le scuole elementari.