Ideogramma

Un ideogramma è un tipo di diagramma che permette di rappresentare un insieme di dati mediante opportuni simboli; gli ideogrammi servono quindi a fornire una rappresentazione simbolica dei dati di semplice ed immediata lettura.

 

In questa lezione prenderemo in esame gli ideogrammi i quali, come dice la parola stessa, sono grafici per idea. Attenzione, non parleremo di ideogrammi né giapponesi né sumeri, bensì della nozione di ideogramma in Matematica e Statistica: un ideogramma si realizza per mezzo di disegni che danno subito l'idea intuitiva di ciò di cui si sta parlando.

 

Nelle precedenti lezioni abbiamo visto l'importanza del metodo grafico nella risoluzione di un problema. In questo e nei prossimi articoli capiremo quanto i grafici siano importanti nella vita di tutti i giorni e come le informazioni di carattere numerico possano essere trascritte sotto forma di grafici.

 

Come si costruisce di un ideogramma

 

Per comprendere il metodo che permette di disegnare un ideogramma a partire da un insieme di dati numerici prendiamo in considerazione un paio di esempi svolti.

 

 

Ideogramma per numero

 

La seguente tabella ci fornisce i dati riguardanti la produzione di mele in alcune regioni italiane (in tonnellate)

 

 

\begin{array}{|c|c|} \cline{1-2} \mbox{Trentino Alto Adige} & 1.500.000 \\ \cline{1-2} \mbox{Emilia Romagna} & 430.000 \\ \cline{1-2} \mbox{Veneto} & 850.000 \\ \cline{1-2} \mbox{Campania} & 185.000 \\ \cline{1-2} \mbox{Piemonte} & 250.000 \\ \cline{1-2} \end{array}

 

 

Se vogliamo rappresentare questa situazione con un ideogramma, un'idea sarebbe quella di rappresentare una mela a cui assegnare un valore, ad esempio:

 

 

Legenda per ideogramma 1

 

 

A questo punto possiamo quindi rappresentare i dati della tabella disegnando tante mele quante sono le tonnellate di mele prodotte nelle varie regioni:

 

 

esempio 1 ideogramma

 

 

Notate quanto è facile la lettura dell'ideogramma: con un solo colpo d'occhio riusciamo a capire in quale regione vengono prodotto più o meno mele, semplicemente contando il numero di mele raffigurate su ciascuna riga. Inoltre, moltiplicando il numero di mele per il valore assegnato ad un mela, riusciamo a risalire grosso modo alla quantità di produzione.

 

 

Ideogramma per dimensioni

 

Vediamo ora un altro tipo di ideogramma che ci permetterà, questa volta, di cogliere al volo le informazioni in base alla grandezza delle immagini che sono rappresentate.

 

La seguente tabella fornisce i dati riguardanti il consumo medio di succo di mela (in litri) a persona in alcune regioni italiane

 

 

\begin{array}{|c|c|} \cline{1-2} \mbox{Piemonte} & 52 \\ \cline{1-2} \mbox{Lombardia} & 30 \\ \cline{1-2} \mbox{Veneto} & 23 \\ \cline{1-2} \mbox{Liguria} & 45 \\ \cline{1-2} \mbox{Sicilia} & 15 \\ \cline{1-2} \end{array}

 

 

In questo caso consideriamo come idea rappresentativa una confezione di succo di mela a cui daremo un valore in relazione alla grandezza della confezione stessa: un succo alto 1 cm rappresenta, ad esempio, 15 litri di succo, una alta 2 cm 30 litri e così via...

 

 

Idea rappresentativa ideogramma

 

 

Il nostro ideogramma sarà allora:

 

 

Esempio di ideogramma 2

 

 

Abbiamo quindi capito che per rappresentare una situazione con un ideogramma bisogna:

 

1) trovare un'idea simbolo della situazione;

 

2) assegnare un valore al simbolo scelto;

 

3) disegnare opportunamente tanti simboli in corrispondenza dei dati, differenziandoli nel numero o nella grandezza.

 

Lettura di un ideogramma

 

Finora abbiamo visto come costruire un ideogramma partendo dai dati. Impariamo ora a leggere un ideogramma, cioè come dedurre le informazioni numeriche a partire dalla rappresentazione fornita dall'ideogramma.

 

Osserviamone il seguente che riguarda la popolazione delle province calabresi

 

 

Esempio di ideogramma 3

 

 

Da questo ideogramma possiamo leggere ad esempio che:

 

- la provincia più popolata della Calabria è Cosenza con 800.000 abitanti;

 

- la provincia con meno abitanti è Vibo Valentia con circa 150.000 residenti;

 

- Crotone ha poco più degli abitanti di Vibo Valentia;

 

e così via... Come avrete notato i dati sono solo approssimativi e non potranno mai essere esatti. È proprio questo il difetto degli ideogrammi. Sono molto utili in quanto ci consentono in un solo colpo d'occhio di farci un'idea chiara della situazione, ma non sono assolutamente la scelta migliore se siamo alla ricerca di dati precisi.

 

 


 

Per questa lezione è tutto! Nella prossima lezione impareremo a costruire e a leggere un altro tipo di rappresentazione grafica, quella offerta dall'istogramma.

 

 

Buon proseguimento su YouMath,

Giuseppe Carichino (Galois)

 

Lezione precedente..........Esercizi correlati.........Lezione successiva


Tags: cos'è un ideogramma - come rappresentare i dati tramite un ideogramma - come si legge un ideogramma.