Proprio o propio?

Proprio o propio

Qual è la forma corretta tra proprio e propio? Vediamo di capire qual è la regola per la corretta scrittura tra proprio e propio?

 

 

Continua a leggere e vedremo la regola e diversi esempi...

 

La forma corretta è proprio, non propio, ci vuole la r eccome! Proprio può assumere il ruolo di avverbio o di aggettivo, si tratta di un termine che assume diversi significati a seconda della proposizione in cui viene utilizzato.

 

Mi piace proprio tanto! (Avverbio)

Proprio tu! (Avverbio)

Al suono della campanella, ogni studente consegnò il proprio compito. (Aggettivo)

 

Giusto per entrare nello specifico, in generale la parola proprio può essere intesa sia come aggettivo possessivo, sia come avverbio indicativo, che come avverbio opinativo. Vediamo degli esempi...

 

Proprio come aggettivo possessivo (inteso come aggettivo che esprime possesso)

 

Quel contadino ha venduto il proprio appezzamento di terra.

Laura guardò il proprio ragazzo e disse: "Ciao!"

 

Proprio come avverbio indicativo o opinativo (cioè come avverbio che esprime un'indicazione/opinione)

 

È proprio un regalo brutto!

È stato lui! , proprio il tuo amico.

Le mandorle non mi piacciono proprio

 

In ogni caso la forma ortograficamente corretta prevede di scrivere proprio con la r e non "propio". Il termine propio è arcaico ed è di uso popolare, è preferibile "proprio".

 

 

La Redazione

 

Articolo precedente..........Articolo successivo


Tags: come si scrive, proprio o propio? - Proprio con o senza la r?